Menu

Tipografia

"Ero per strada e si è messo a piovere forte, per fortuna avevo l'ombrello nuovo".
A rivolgere questa frase a Maria Grazia Mantovani, insegnante dell'Enaip di Settimo (TO), incespicando un po', è un ragazzone di circa 19 anni, allievo del corso prelavorativo per ragazzi diversamente abili.

"Mi mostra un ombrello rosso fiammante - racconta la docente- e mentre continua a parlarmi nella mia mente si affollano considerazioni sulle diversità, sulle fragilità e sulle modalità di apprendimento... poi guardando quell'ombrello, e pensando a quanto sia difficile per lui il concetto di tempo, di sequenza delle stagioni, dei mesi, delle settimane, dei giorni, mi balena un'idea legata a quell'ombrello, che può rappresentare il riparo dalle fragilità umane".
 
Da qui nasce il calendario 2007 di Enaip Piemonte, in cui quell'ombrello diventa il filo conduttore di 12 mesi, in cui si susseguono foto scattate nelle quattro stagioni. Un lavoro lungo un anno, di cui sono protagonisti i ragazzi iscritti ai corsi prelavorativi di Enaip Settimo, con l'aiuto dei loro insegnanti.

"Abbiamo fatto le fotografie di mese in mese- continua Mantovani - e ad ogni variazione del tempo uscivamo a cercare l'inquadratura che meglio poteva rappresentare quel periodo dell'anno o stagione, diventando sempre più sensibili e attenti al mutare della natura.
Un sogno, un progetto, che è diventato realtà tangibile grazie alla collaborazione dell'Istituto San Paolo, della Direzione Regionale di Enaip Piemonte e  dell'Istituto Albe Steiner di Torino."

Sì proprio quell'Istituto tristemente noto alle cronache per un episodio di violenza proprio verso un ragazzo disabile, ma che in questa occasione, al contrario, ha saputo dimostrare di avere allievi (V°B e V°C) sensibili, capaci e interessati a realizzare un sogno proprio insieme alle persone diversamente abili, occupandosi della grafica del calendario, insieme ai docenti Maria Teresa Camoletto e Daniela Alberti.

"Un grazie di cuore ai miei allievi -  dice Maria Grazia Mantovani - che ogni giorno mi regalano il senso profondo di questo lavoro e ai quali auguro un presente ed un futuro di cittadini, titolari di diritti e non solo destinatari di favori."

Info:

Il sito dell'Enaip Piemonte

Il sito dell'Istituto Albe Steiner di Torino

Non è il primo calendario speciale che vi proponiamo per questo inizio di 2007:
QUALE MIGLIOR INIZIO D'ANNO CHE PARLARE DI BELLEZZE E CALENDARI? 

Sull'impegno dell'Enaip vedi anche:
SI CHIAMA "GHIANDA" MA NON E' UN FRUTTO

IL GIOCO CHE FA BENE AGLI AFASICI

[Marco Vivan

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->