Menu

Tipografia

Uova, farina, lievito; e poi latte, zucchero, mandorle e canditi.
Sono gli ingredienti alla base della colomba, il dolce tradizionale che ogni anno a Pasqua fa bella mostra di sé sulle nostre tavole.
Ma c'è un forno a Padova che ai tipici ingredienti ne aggiunge uno in più: la solidarietà.
E' il forno del carcere Due Palzzi, il centro penitenziario di Padova, che dà la possibilità ad alcuni detenuti di imparare l'arte pasticcera e farne tesoro per un successivo reinserimento lavorativo.

Il dolce è stato chiamato "colomba della pace e della solidarietà" perché rappresenta un'esperienza che aiuta i detenuti a tornare alla vita normale, riappacificandosi con se stessi e con le persone attorno a loro.
Questo grazie alla collaborazione di specifici protagonisti: la legge Smuraglia, relativa all'inserimento lavorativo dei detenuti; il Consorzio di Cooperative sociali Rebus, e i maestri pasticceri del centro di ristorazione Forcellini.
Senza dimenticare i cittadini, che attraverso l'acquisto della colomba presso lo storico Caffè Pedrocchi daranno anche il loro contributo all'iniziativa.

Terminata Pasqua, il lavoro del forno continuerà con la produzione di altri dolci.
In attesa che arrivi il Natale, momento in cui questi pasticceri speciali riproporranno i panettoni che già hanno raccolto consensi da parte di molti buongustai.

Centro di documentazione Due Palazzi

Il link al sito a cui fanno riferimento le Cooperative sociali Rebus

Leggi anche questi articoli:

E IN CARCERE NASCE UN'OASI VERDE DOVE INCONTRARE I PARENTI

IL NETWORKING: L'ALTRA POSSIBILITA' PER I DETENUTI DI BOLLATE

IL LAVORO CONTRO IL DISAGIO

[Roberto Bonaldi]

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->