Menu

Tipografia

Il  "Forum" di Disabili.com è nato per le esigenze spontanee degli utenti: è uno spazio dove chiunque può esprimere il suo parere.
Ma questo "chiunque" non deve portare fuori strada: le opinioni che vengono espresse non sono 'monodirezionali', tantomeno banali.

E' una piazza vera, e che sia virtuale poco importa, anzi, è un posto forse ancor più 'democratico' perché tutti ci posso scendere, anche se non hanno gambe, anche se non possono uscire di casa.
E' un posto forse più vero, perché qui il confronto non è mediato dalle notizie diffuse dai media, dove vengono comparate opinioni, ideali, prove e fatti storici.
E' anche un'università popolare dove insegnanti e studenti si scambiano i ruoli e le informazioni, di storia, di attualità.
Quello che colpisce, e che ci ha colpito al punto da volerne parlare in un articolo, è la serietà del dibattito, che non degenera in furibonde risse verbali: un modello da seguire per i numerosi talk show che spuntano furbescamente a tema nei vari canali televisivi.

Ecco qualche stralcio del confronto:

"Non è mai facile andare contro corrente. Non è facile difendere o condividere la posizione di chi, chirurgicamente o meno, lascerà dei morti sul terreno siano essi militari, civili, donne, bambini...
Solo un pazzo non vorrebbe la pace nel mondo... eppure il benessere, il petrolio, la borsa fanno parte del nostro mondo e sfido chiunque a rinunciarci (se non con le belle parole)...
"

"Ecco appunto, gli USA hanno fatto e fanno tutt'ora da soli a tal punto di scalvacare l'ONU illegalmente. Il loro vero obbiettivo non è certo liberare la popolazione irachena  dal suo dittatore o gli afghani dal demone Bin Laden, il Konsovo ecc.... Bisogna gurdare bene i retroscena dei loro interessi. Tutto ciò che è  occultato prima o poi verà alla luce..."

"L'embargo che avrebbe causato tutti questi morti e che tutti addebitano agli USA o all'occidente: forse non tutti sanno che era stato messo in atto un programma chiamato Oil for Food… ma il 70% dei proventi dovevano essere spesi per cibo e medicine per il popolo iracheno.  Il regime di saddam ha sempre disatteso questo..."

"Non esistono guerre per cui si deve scendere in piazza facendo i pacifisti ed altre per cui girarsi dall'altra parte come se non esistessero, vedi: Cecenia, ex-jugoslavia, Polonia, Uti e Tutzi in Africa... e lì di orrori ce ne sono stati! Pacifisti si è "dentro" SEMPRE, non lo si diventa o meglio non lo si è solo  facendo feste, passeggiate nelle città chiuse al traffico..."

"Suvvia…perché stupirsi se c'è angoscia e paura tra la gente? Non è la paura di questa guerra che, è scontato per tutti, vinceranno gli americani e gli inglesi in un battibaleno... c'è paura e sgomento per la scelta facile di imporre la propria volontà con l'uso della forza, invece che con il dibattito democratico e civile… abbiamo perso tutti…"

Per partecipare al dibattito:
http://www.disabili.com/forum_it/display_forum_topics.asp?ForumID=29

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->