Menu

Tipografia

Domenica 10 novembre 2002 le piazze e i sagrati delle chiese della provincia di Treviso saranno pacificamente invasi dalle mele di "Frutto di un sostegno sociale", un'iniziativa della Fondazione "Il nostro domani" Onlus di Treviso: con un libero contributo, sarà offerta una confezione di mele biodinamiche per sostenere i lavori delle comunità alloggio della Fondazione a Vidor, S. Biagio di Callalta e Breda di Piave, che ospiteranno persone disabili nel momento in cui il calore e il sostegno delle loro famiglie verranno a mancare.
La Fondazione, che è nata nel 1998 dall'impegno delle associazioni di familiari, vuole così offrire una speranza e una risposta concreta, in collaborazione con le istituzioni, alla domanda angosciosa dei familiari dei disabili: "Che cosa accadrà a nostro figlio dopo di noi?".
Nelle tre Unità socio sanitarie 7, 8 e 9 della provincia di Treviso, sono infatti più di 1000 le persone tra i 18 e i 65 anni che corrono oggi il rischio di essere rinchiuse in istituto se l'aiuto fondamentale e il conforto delle famiglie venissero a mancare.
Proprio per evitare questo rischio e promuovere il diritto di ciascuno a condurre una vita serena e dignitosa, è importante contribuire alla realizzazione di comunità alloggio.
"Frutto di un sostegno sociale", l'anno scorso promossa nella zona di Vidor  durante l'Estate di S. Martino, per merito delle associazioni di familiari della zona, quest'anno si ripete in tutta la Marca trevigiana.
Grazie all'impegno e alla generosità delle Pro Loco della provincia di Treviso, dell'Associazione Nazionale Alpini (sezione di Treviso) e di numerosissimi  volontari, saranno offerte mele nei Comuni (e nelle relative frazioni) di Altivole, Asolo, Breda di Piave, Caerano S. Marco, Cappella Maggiore, Carbonera, Casale sul Sile, Castelcucco, Castelfranco, Cimadolmo, Cison di Valmarino, Conegliano, Cornuda, Crocetta del Montello, Farra di Soligo, Oné di Fonte, Follina, Giavera del Montello, Maserada, Meduna di Livenza, Miane, Mogliano Veneto, Monastier, Montebelluna, Moriago, Motta di Livenza,  Nervosa della Battaglia, Oderzo, Paese, Pederobba, Pieve di Soligo, Ponte di Piave, Portobuffolé, Povegliano, Refrontolo, Resana, Revine, Riese Pio X, S. Biagio di Callalta, S. Pietro di Feletto, S. Zenone degli Ezzelini, Segusino, S. Lucia di Piave, Sernaglia, Silea, Spresiano, Susegana, Tarzo, Trevignano, Valdobbiadene, Vidor, Volpago Zero Branco e a Treviso nelle parrocchie di S. Paolo, S. Bona, Monigo, S. Liberale, S. Giuseppe, Sacro Cuore, S. Antonino, S. Andrea, S. Maria Maggiore.
"Frutto di un sostegno sociale" è realizzato con il contributo del Centro di servizio per il volontariato della provincia di Treviso.
Hanno dato il patrocinio la Regione Veneto, la Provincia di Treviso, la Comunità montana della Prealpi trevigiane, i Comuni della Marca Trevigiana, l'Unione Nazionale Pro Loco Italiane della provincia di Treviso (Unpli) e la Consulta provinciale per il volontariato di Treviso.
Il Frutto può contare anche sulla collaborazione di Ecor S.p.A. di San Vendemiano (Tv) e, per le mele, di Osiris Coop r.l. Postal (Bz), oltre al sostegno finanziario della Banca Prealpi di Tarzo, della Banca di Monastier e del Sile Credito cooperativo e di altri donatori.

Per info

Fondazione Il Nostro domani Onlus
telefono e fax 0422 302659
mailto info@ilnostrodomani.org
sito web www.ilnostrodomani.org

Ufficio stampa Fondazione Il nostro domani Onlus
Roberta Dudan
Koiné Comunicazione
347 0750714
mailto koine@koinecomunicazione.it

Koiné Comunicazione
via Matteotti, 14/d
Lancenigo (Treviso)
tel e fax 0422 446 774
koine@koinecomunicazione.it

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->