Menu

Tipografia
Con piacere vi ricordiamo che venerdì 2 febbraio alle ore 18, nella sala incontri della libreria Fnac, in

via Torino (angolo via della Palla) a Milano, viene presentato il libro di Franco Bomprezzi "La contea dei ruotanti" (editore Il prato). Introdce il giornalista Rai Giovanni Stefani, curatore della collana "I sentieri", e leggerà (e

commentera') alcune pagine del romanzo l'attrice Lella Costa. La libreria multimediale milanese e' priva

di barriere architettoniche, e provvista di un ascensore moderno, a norma di legge, per cui tutti siete invitati.



Noi naturalmente da sempre tifiamo per Franco, che non ha bisogno di sponsor, ma che con questio volume si e' tolto elle belle soddisfazioni. Di seguito ecco una scheda del volume, che si puo' anche acquistare in Internet attraverso www.ilprato.com


Franco Bomprezzi

La contea dei ruotanti
pp. 144 - prezzo di copertina L. 20.000
ISBN 88-87243-29-8



Italia, tra qualche decina di anni. La seconda repubblica e'crollata, e la penisola e' suddivisa in una miriade di staterelli, tra questi spicca la contea dei ruotanti, una cittadella fortificata e inattaccabile dove si sono rifugiati i protagonisti del movimento guerrigliero Handicap Power, questi hanno costruito uno stato autonomo guidato dal severo Conte Giovanni dalle ruote nere. La storia prende l'avvio con la cattura di Paolo, un camminante, che viene affidato alla bella Francesca, costretta in carrozzella, per la rieducazione: il camminante va persuaso del fatto che stare in carrozzella e' un modo come un altro per vivere, forse migliore. Ma Francesca fallisce nel suo obiettivo, nasce infatti tra i due un amore che scardinera' le sue convinzioni e la vita della contea.


Si tratta della prima esperienza letteraria di Franco Bomprezzi, che in questo romanzo ha trasfuso oltre alla sua esperienze delle 'cose umane', la sua nota ironia che e' spesso arma per smuovere le coscienze e per additare luoghi comuni saldamente additati. E' un libro pieno di spunti e di riflessioni, che evita il lamento e apre una finestra su un mondo per molti versi sconosciuto. E' un romanzo che e'destinato a scuotere le coscienza di questa nostra societa' in cui le barriere, fisiche e psicologiche, sono ancora troppe. E' che una parabola sull'ntolleranza e sollecita una riflessione sul problema dell' integrazione dei disabili nella vita dei "normodotati", e sulla pericolosita' di indifferenza ed egoismo, ma anche di ogni estremismo.


«Val la pena di leggere questo libro perche' si diventa tutti migliori, almeno fino a quando la controcopertina va a sistemarsi sull'ultima pagina.
E' un libro ben scritto dallo stile agile. Ogni 'quadro' e' minuziosamente descritto, proprio come dovrebbe fare un giornalista. Ambiente e personaggi finiscono via via sotto i riflettori e inesorabilmente diventano vivi, palpabili, familiari.»

Valentino Pesce direttore della Nuova Ferrara


Franco Bomprezzi

nato nel 1952 a Firenze, giornalista professionista, da alcuni anni 'free lance. Ha iniziato la sua carriera al Resto del Carlino e poi al Mattino di Padova. E' presidente dell'Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare (UILDM).


Valentina Polati - valentina@disabili.com

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->