Menu

Tipografia

simbolo s3a con due facce colorateNei supermercati Conad delle Marche gli addetti alla vendita saranno formati per offrire supporto e accoglienza ai clienti anziani o con disabilità intellettive

Per quelle che sono disabilità "invisibili" - come quelle intellettive - spesso interviene, per chi non sia abituato ad avervi  a che fare, la difficoltà di rapportarsi alla persona che, non impedita da problemi fisici e visibili, ha caratteristiche, comportamenti e necessità che possono spiazzare.

Non sapere come comportarsi, o come riconoscere il bisogno di una persona con disabilità intellettiva, può essere un ostacolo o creare disagio anche nelle semplici attività di tutti i giorni, impedendo la piena partecipazione alla vita sociale dei soggetti. Per far fronte a questa difficoltà, è stato lanciato un paio di anni fa il progetto "SuperMAN" - acronimo di Supermarkets meets Accessibility Needs ("il supermercato incontra i bisogni di accessibilità"), volto a migliorare la capacità di accoglienza, sostegno umano, disponibilità e sensibilità degli operatori di alcuni supermercati, nei confronti dei clienti in difficoltà a causa di una disabilità intellettiva o dell'età avanzata.

Cuore del progetto è il percorso formativo del personale dei punti vendita, realizzato per migliorare la capacità di relazione con i clienti in difficoltà, promuovendo una maggiore attenzione ai loro bisogni, accogliendoli con particolare sostegno e sensibilità.  


Promossa nel 2012-2013 dalla Cooperativa Sociale Kara Bobowski  in alcuni supermercati Conad della Romagna e co-finanziata dal Programma europeo Leonardo da Vinci - TOI, visto il successo del progetto pilota, l'iniziativa viene replicata da Commercianti Indipendenti Associati (cooperativa del gruppo Conad), che ha deciso di proseguire il positivo percorso intrapreso, investendo risorse proprie per i punti vendita Conad delle Marche.

Quindi, dopo i quaranta addetti Conad delle aree di Forlì-Cesena e Ravenna formati grazie al progetto pilota, ora è la volta di soci e personale dei punti vendita del territorio marchigiano. Nelle giornate del 17 e 24 giugno a Fano si è tenuto un modulo formativo rivolto a un gruppo di tredici persone. Si tratta del primo dei tre previsti tra l'estate 2014 e i primi mesi del 2015, in collaborazione con gli esperti della  Cooperativa Sociale Kara Bobowski.

"Accessibilità - chiarisce Simona Carloni, responsabile comunicazione della Kara Bobowski - non significa soltanto eliminazione di barriere architettoniche e SuperMAN punta l'attenzione proprio su questo aspetto. Siamo felici di poter proseguire la proficua collaborazione con CIA-Conad che dimostra nei fatti che Persone oltre le cose è molto più di un bello slogan".


I primi "SuperMAN" marchigiani stanno per entrare in azione in questi supermercati:
Conad City Ancona, Corso Carlo Alberto n. 2 - Ancona
Conad Fermignano, Via Donizetti n.3, Fermignano (PU)
Conad Fossombrone, Viale Oberdan n. 102 - Fossombrone (PU)
Conad Fabriano, Via Martiri della libertà n. 42 - Fabriano (AN)
Conad Cagli, Via Flaminia n. 147/A - Cagli (PU)
Conad Serra de' Conti, Via Mattei n. 10 - Serra de' Conti (AN)
Conad Superstore Flaminio, Via Togliatti n. 25 - Fano (PU)


All'ingresso e al punto informazioni è esposto un adesivo che riproduce il pittogramma S3A (simbolo di accoglienza, accompagnamento e accessibilità), mentre il personale formato è riconoscibile da una spilla con lo stesso simbolo.
In autunno si svolgerà un secondo modulo formativo rivolto al personale dei punti vendita del territorio riminese.


Per info:
www.karabobowski.org


IN DISABILI.COM:

SPESA SENZA BARRIERE GRAZIE AL PROGETTO SUPERMAN

Redazione