Menu

Tipografia

Quali potrebbero essere misure di conciliazione vita-lavoro, di sostegno psicologico, di assistenza domiciliare integrativa per i caregiver che assistono persone con disabilità?

Torna dopo le prime due edizioni  il concorso Welfare Together promosso da Reale Mutua, una Call for Ideas per progetti che hanno una ricaduta positiva per la collettività. L'iniziativa nasce per promuovere e sostenere le idee imprenditoriali che possono fornire una risposta attuale e innovativa ai bisogni delle persone. Il tema dell’edizione 2019 è “Prendersi cura di chi cura: i Caregivers”; il concorso è appunto dedicato ai Caregivers, ovvero le persone che assistono regolarmente un proprio familiare non autosufficiente e si prendono cura di lui a tempo pieno.

I CAREGIVER  –  La scelta di dedicare questa edizione a una figura così centrale nel nostro tessuto sociale deriva  dalla urgenza di valorizzare e sostenere l’operato di queste persone, il cui impegno totale nell’attività di assistenza le obbliga a rinunciare alla carriera, agli svaghi e al tempo libero, oltre ad esporle al rischio di trascurare la loro stessa salute, mettendo al primo posto il benessere della persona assistita.

LA FINALITÀ – Lo scopo del concorso è quello di trovare dei progetti che siano in grado di alleggerire il carico del caregiver, sostenendolo e aiutandolo concretamente nelle sue attività quotidiane. I progetti dovranno cercare di rispondere nel modo più efficace possibile ai bisogni di queste persone, attraverso diverse forme e modalità. I progetti possono includere:
- Misure di sostegno economico
- Forme di conciliazione vita-lavoro
- Sostegno psicologico
- Servizi di informazione sulle soluzioni di assistenza disponibili per il caregiver
- Possibilità di delegare a terzi parte delle attività
- Sviluppo di forme di assistenza domiciliari sostitutive o integrative dell'attività del caregiver
- Sviluppo di network di persone che si trovano a gestire situazioni analoghe e che possono scambiarsi consigli e sostenersi a vicenda

CHI PUÒ PARTECIPARE – Possono partecipare i seguenti soggetti:
- Imprenditori e start-up sociali con progetti di impresa
- Persone fisiche
- Imprese già costituite ed operanti da non oltre 12 mesi, anche sviluppate da organizzazioni consolidate (ad es, spin off di aziende costituite, spin off universitari, consorzi, joint venture etc..), indipendentemente da quale sia la forma giuridica (società cooperativa, srl, spa, impresa sociale, associazione, ecc).

COSA C'È IN PALIO – Ai 5 progetti finalisti del concorso verrà garantito un percorso di tutorship per la realizzazione di un vero e proprio business plan e servizi di pre-incubazione in collaborazione con Make a Cube, primo incubatore e acceleratore in Italia specializzato in imprese ad alto valore sociale, ambientale e culturale, e con il Gruppo Volontariato di Manager Italia di Milano. Il Progetto vincitore riceverà 20.000€ a fondo perduto e servizi di incubazione del valore di 10.000€, finalizzati alla costituzione della propria startup. Inoltre, la possibile partecipazione in equity di Reale Mutua, fino ad un investimento di 1 milione di Euro.

Per partecipare alla Call for Ideas ci si deve registrare entro il 31 gennaio 2019.

Per maggiori informazioni, consultare il sito e scaricare il Regolamento.

Qui sotto, il video di presentazione del progetto


Potrebbe interessarti anche:

Caregiver familiare: i rischi per la salute di chi “si prende cura”

SM e caregiver: quali sono gli effetti del prendersi cura di una persona con Sclerosi Multipla?

Redazione