Menù

Assistenza disabili e anziani
giochi per disabili
c300 corpus
sollevaotre a binario

Typografia

Al via la seconda edizione del contest volto a premiare i 18 migliori progetti nel campo del sociale in tutto il territorio nazionale

Come ben sappiamo, è dal tessuto sociale, dalla miriade di piccole e grandi associazioni ed organizzazioni che arriva l’azione più autentica del Terzo Settore, quella che tiene in piedi tanti servizi che cambiano davvero la vita alle persone. Lo stesso Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione della nomina dei 40 Cavalieri al Merito della Repubblica ha insignito di questo titolo anche alcune persone che nel quotidiano sono eroi per il sociale.
Ma realtà associative e simili sanno quanto sia difficile, soprattutto in termini economici, portare avanti la loro azione, così preziosa – quando non indispensabile.

L'INIZIATIVA DI AVIVA - Segnaliamo quindi con piacere l’iniziativa promossa da Aviva, compagnia assicurativa di leva europea, realizzata con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che destinerà 18 finanziamenti (da 5.000 fino a 15.000 €) a favore di 18 organizzazioni non profit italiane che abbiano ideato un progetto realizzabile, originale e utile a molte persone nel campo del sociale. Le categorie di "Aviva Community Fund" all'interno delle quali è possibile candidare un progetto, sono state scelte tramite un sondaggio su Twitter e sono:
- progetti di sostegno alla salute: orientati al sostegno della ricerca scientifica, alla promozione della salute e al supporto delle persone con disabilità;
- progetti per l'infanzia e per i giovani: dedicati all'educazione, alla prevenzione e al supporto alle vittime in tema di cyber-bullismo, di educazione stradale o civica;
- progetti “Insieme per il territorio”: dedicati alla riqualificazione di spazi urbani o rurali a fini sociali.

REQUISITI E VOTAZIONEFino al 16 febbraio 2017 è possibile candidare il proprio progetto sul sito www.avivacommunityfund.it. Non solo le singole organizzazioni no-profit ma qualunque cittadino italiano maggiorenne può candidare un progetto che gli sta a cuore, e per cui vuole possano essere donati dei soldi. A tal fine è necessario specificare, quando si candida un progetto, di quale importo necessita per essere realizzato o sostenuto tra 5.000, 7.500 o 15.000 €.
Sono queste infatti le somme messe a disposizione per ogni sezione con questa ripartizione contando 6 borse per ognuna delle tre categorie:
- 3 borse fino a 5.000 €;
- 2 borse fino a 7.500 €;
- 1 borsa fino a 15.000 €.
Ciascun progetto può essere candidato solo una volta, ma ogni utente può candidare più progetti. Le organizzazioni non profit che hanno partecipato alla prima edizione dell'iniziativa possono candidare un nuovo progetto o ripresentare lo stesso progetto, solo se quest'ultimo non è risultato tra i vincitori e non è stato ancora realizzato.

Per essere candidato, un progetto deve:
- necessariamente essere già in buona fase di svolgimento/completamento alla data del 31 dicembre 2017;
- essere a favore di un'organizzazione non profit;
- avere un impatto positivo sulla comunità locale;
- realizzarsi in Italia.

Una volta inviato, il progetto passerà in fase di valutazione. Se approvato, sarà visibile sul sito www.avivacommunityfund.it a partire dal 2 marzo 2017.
Da quella data sarà possibile accedere al sito per votare i propri progetti preferiti. Ogni utente registrato avrà diritto a 10 voti da destinare a uno o più progetti. Le 45 candidature con il maggior numero di voti accederanno alla fase finale: una giuria valuterà i progetti tenendo conto di diversi fattori, tra cui impatto sulla comunità, sostenibilità e originalità. I vincitori saranno annunciati il 10 maggio 2017.

 

Per info:
Aviva Community Fund – sito ufficiale

In disabili.com:
Mattarella sul volontariato, i giovani, le persone con disabilità
Tra gli eroi comuni insigniti da Mattarella, i cavalieri che operano con e per la disabilità


Redazione