Menu

Tipografia

agita brasileGli ausili "riciclati" sono già arrivati in Brasile, Haiti, Albania, Burkina Faso e Romania

Qualche tempo fa gli amici si DisabiliAbili ci hanno segnalato un progetto interessante il cui video riassuntivo (lo trovate sotto) era talmente emozionante che abbiamo assolutamente voluto saperne di più. Per questo abbiamo rivolto qualche domanda all'Associazione OPEN Onlus facendoci raccontare come è nata, cosa fa e quanto ha fin qui realizzato per aiutare i disabili dei paesi meno fortunati

Cos'è e come è nata l'Associazione OPEN Onlus?
L'Associazione OPEN Onlus è nata nel giugno 2009 con lo scopo d'aiutare, amare, condividere e accettare la diversità delle persone. Crediamo che sia un sogno nato nel cuore di Dio e un compito messo nelle nostre mani per mettere in pratica il suo amore. Crediamo anche che Gesù Cristo è il nostro Signore e Salvatore e faremo il possibile per portare questo compito a buon fine con diligenza, giustizia e verità . Vogliamo un mondo nel quale le persone siano aperte con tutto il loro cuore, tutta la loro mente ed anima per accettare, amare, condividere e convivere con la diversità delle persone.

agita brasileCosa fa l'Associazione?
OPEN Onlus lavora su due fronti: il sociale e lo spirituale. Nel sociale raccogliamo ausili nuovi e usati, li rimettiamo a posto ed inviamo nei paesi poveri. Nello spirituale abbiamo il progetto Extreme che ha come obiettivo l'organizzazione di incontri per far conoscere Dio. Un Dio vivo che ha mandato il suo unico figlio per salvarci. Un Dio onnipresente, onnisciente, onnipotente. Un Dio che ti ama e che vuole avvicinarsi a te; Che vuole farti vedere l'immensità del suo amore e della sua grazia, un Dio che vuole riceverti così come sei.

Come è nata l'idea del progetto Agita Brasile 2010?
Il Progetto Agita consiste nel raccogliere ausili usati e o nuovi per disabili per inviarli in paesi e località che hanno poche risorse. L'Associazione si prende cura di metterli in buone condizioni d'uso e di inviarli in questi posti. Nel 2009 abbiamo inviato più di 23 carrozzine elettroniche e altri ausili in un centro per disabili in Albania. Stiamo lavorando insieme con un'Associazione che da anni lavora in Repubblica Dominicana per aiutare gli sfollati del terremoto in Haiti. All'inizio del mese di aprile 2010 insieme abbiamo raccolto vestiti, pannolini, cibo, medicine e materiali di prima necessità .

agita brasileLavoriamo anche con l'Associazione SIM Onlus che ha un centro con più di 1500 disabili in Burkina Faso (Africa). L'anno scorso abbiamo inviato due carrozzine elettroniche e oggi stiamo consegnando un furgone pieno di alimenti e vestiti per un loro progetto con persone bisognose in Romania

Nel secondo semestre di 2010 abbiamo iniziato il Progetto "Agita Brasile". A novembre abbiamo consegnato 4 carrozzine elettroniche e una manuale per 3 bambini e un signore di 45 anni di Blumenau SC (sud del Brasile) e una per una ragazza di 27 anni con la sclerosi multipla che non usciva di casa da più di un anno di San Paolo. Abbiamo vissuto la potenza, la guida e l'amore del Signore.

Chi siete riusciti ad aiutare con questo progetto?
Aiutiamo i disabili che abitano in paesi dove non esiste  la possibilità di aver la mobilità e l'autonomia.

Qual è il prossimo progetto che avete in mente e come è possibile parteciparvi?

Il nostro obbiettivo per il 2011 è sviluppare il progetto Agita nei paesi dove abbiamo già donato (Brasile, Haiti, Albania, Burkina Faso, Romania) creando radici, cercando partners e stabilendo un sistema che funzioni. Potete aiutarci donando un ausilio (carrozzine, deambulatore, posture, sedie comode‑¬¦) oppure contattandoci attraverso Facebook (cercate "Open Onlus") per donazioni di natura economica.



AGITA BRASILE 2010

INFO:

http://www.open4you.org
info@open4you.org


IN DISABILI.COM:

BASTA UN EURO PER L'OSPEDALE AFRICANO


LA DURA VITA DEI PICCOLI DISABILI AFRICANI



Alessandra Babetto