Menu

Tipografia

giornata nazionale delle persone con sindrome di downAiutare le persone Down ad apprendere competenze, anche sociali, è aiutarle a costruire un futuro


Muoversi da soli nelle vie della propria città, andare a pagare una bolletta,  bere un caffè al bar, prendere l’autobus, uscire con gli amici per magiare una pizza: queste sono consuetudini necessarie nella vita quotidiana di una persona. Per un ragazzo con la sindrome di Down rappresentano delle grandi conquiste.

AUTONOMIA E SINDROME DI DOWN - L’autonomia per i ragazzi con sindrome di Down è un obiettivo fondamentale da raggiungere perché permettere loro di inserirsi al meglio nella vita sociale.  
Importantissimo è l’apprendimento di competenze, affrontando dei percorsi specifici, indispensabili per affrontare le sfide quotidiane nelle relazioni, nel lavoro, nella vita. La maggior parte delle persone con Sindrome di Down, infatti, raggiunge un buon grado di autonomia personale, e questo rappresenta una conquista fondamentale.

ESSERE DIFFERENTI E’ NORMALE  - Proprio per questi motivi COORDOWN Onlus (Coordinamento Nazionale per le persone con Sindrome di Down) ha scelto di dedicare  il tema dell’autonomia alla Giornata nazionale delle persone con sindrome di Down, i cui  ricavati saranno utilizzati per finanziare i progetti di autonomia organizzati sul territorio e dedicati a ragazzi con sindrome di Down tra i 14 e i 25 anni.
Diffondere il concetto che “essere differenti è normale” è l’obiettivo di sempre, e ancor più di questa giornata. Oggi,  nelle piazze principali d’Italia,  i volontari offriranno a chiunque vorrà lasciare il proprio contributo il consueto messaggio di cioccolato, realizzato con cacao proveniente dal commercio equo e solidale. Testimonial della giornata  è Andrea, il bambino che insieme ad altri, lo scorso 21 marzo  in occasione in occasione della Giornata Mondiale sulla sindrome di Down ha emozionato tutto il mondo con il video messaggio Dear Future Mom

che vedete qui sotto.

 

 

Ricordiamo anche che fino al 14 ottobre è possibile contribuire anche attraverso il numero 45593 1€ con SMS o 2 € con chiamata.

L’INDAGINE IN ITALIA - Secondo le stime le persone con Sindrome di Down in Italia sono circa 38.000 (fonte Aipd), delle quali oltre la metà con più di 25 anni. Come vivono, quindi, gli adulti con questa sindrome? Quale il grado di integrazione, autonomia, competenze? Per far luce su questa realtà, CoorDown ha avviato l’indagine “Lo stato delle persone con sindrome di Down adulte” invitando le famiglie a rispondere al questionari on line anonimo.


Concludiamo riportando qui una breve poesia di Giuseppe Caccamese, persona con Sindrome di Down, e pubblicata sul sito di aipd.it:


Scala di nuvole

Le nuvole sono una scala eterna e soffice.
Le nuvole si spostano e si dissolvono.
Io ci cammino sopra, sono vivo.
Sotto di noi c è il vuoto
E da lontano si vede il sole.
Io vorrei toccare le nuvole a piedi scalzi,
per vedere se sono soffici e morbide.



Per info:

www.coordown.it



In disabili com:

Sindrome di Down: la direzione è l’autonomia

 

Lasciate che la non perfezione trovi spazio nella definizione di bellezza

 


Redazione