Menu

Tipografia

 

volontariato maniTelefono Amico, impegnato nel dare ascolto a chi è in difficoltà, cerca volontari

In Italia sono molte le persone che decidono di aiutare gli altri prestandosi e mettendosi in gioco ogni giorno attraverso il volontariato. I dati sono confermati dal report pubblicato dall’Istat lo scorso  23 luglio, in cui si può constatare che 6,63 milioni di persone nel nostro Paese si occupano di volontariato.
 
I NUMERI DEL VOLONTARIATO - Di questi,  4,14 milioni svolgono attività di gruppo o in un’organizzazione, mentre i tre milioni restanti s’impegnano in maniera non organizzata. Al nort-est si registra il tasso (16%) di volontariato più elevato del territorio nazionale. Gli uomini sono più attivi rispetto alle donne (13,3% contro 11,9%) e appartengono alla fascia di età 55-64 anni (15,9%). La percentuale di chi presta attività nel sociale cresce con il titolo di studio e la partecipazione è massima tra persone occupate (14,8%) e componenti  di famiglie agiate (23,4%). I volontari si impegnano in media 19 ore al mese (4 settimane). Quasi un volontario su sei si impegna in più organizzazioni (16,2%). Il 23,2% dei volontari è attivo in gruppi con finalità religiose, il 17,4% in attività ricreative e culturali, il 16,4% nel settore sanitario, il 14,2% nell’assistenza sociale e protezione civile, l’ 8,9% nelle attività sportive, il 3,4% in attività relative all’ambiente ed il 3,1% nell’istruzione e ricerca.

Interessanti sono anche le motivazioni che spingono le persone a dedicarsi agli altri: il 62,1% dei volontari che operano in una organizzazione svolge la propria attività perché crede nella causa sostenuta dal gruppo; mentre il 49,6% restante dichiara di sentirsi meglio con se stesso.

TIPI DI VOLONTARIATO - Il bisogno delle persone si manifesta in forme diverse. Coloro che cercano aiuto non sempre lo richiedono in termini economici o pratici: spesso il disagio e la difficoltà sono emotivi, psicologici, interiori. Si presentano quindi persone bisognose di aiuto e conforto sottoforma di consigli, rassicurazioni e informazioni utili per risolvere quei problemi quotidiani che in certi periodi della propria vita si fa fatica a gestire, soprattutto se ci si sente soli. Importante è quindi che ci siano persone con la voglia e la competenza di ascoltare, mettendosi a disposizione degli altri come volontari.

DIVENTA VOLONTARIO! - E voi avete mai pensato di fare del volontariato? Di rendervi utile nel sociale?In questi giorni è iniziata la campagna per la ricerca di volontari di Telefono Amico Italia. Si tratta di un’ organizzazione di volontariato che dal 1967 dà ascolto a chiunque si trovi in un periodo di solitudine, angoscia, tristezza, sconforto, rabbia, disagio e senta il bisogno di condividere questi momenti difficili con una voce amica. Come si può leggere nel sito “Se sei in difficoltà, hai bisogno di aiuto perché stai vivendo un momento di particolare disagio e senti la necessità di parlarne con qualcuno, ma non sai con chi, puoi rivolgerti a noi. Troverai sempre un volontario pronto ad ascoltare le tue paure, le angosce, i dubbi e le ansie, senza giudicarle”. Inoltre Esprimere il disagio può essere una strada utile per poter scoprire dentro di te la fiducia e le risorse necessarie per affrontare ogni problema. Ricordati, non sei solo: se vuoi parlarne, noi ti ascoltiamo.”

DIETRO UNA CORNETTA, LE PERSONE - Al momento sono 700 i volontari di Telefono Amico Italia operativi ogni giorno. Il numero unico da chiamare è il 199.284.284, attivo in tutta Italia 365 giorni all’anno, dalle 10.00 alle locandina telefono amico con una cornetta telefonica riempita di volti24.00. Quest’anno la Onlus nella sua campagna vuole premere l’attenzione su due caratteristiche  essenziali del servizio: il telefono e le persone “Abbiamo messo in primo piano - spiega Dario Briccola, Presidente di Telefono Amico Italia -  una cornetta, che per noi è lo strumento comunicativo per eccellenza, riempiendola con i volti di tante persone, cioè coloro che svolgono o potrebbero svolgere il servizio. I volti non sono quelli dei nostri volontari ma di persone che, con simpatia e ironia, si sono prestate alla causa. Ciò che li accomuna è la voglia di imparare a confrontarsi e a relazionarsi con tutti, di ascoltare in maniera empatica l’altro senza giudizi e pregiudizi”.

Se siete interessati a diventare volontari di Telefono Amico Italia potete iscrivervi ai corsi di formazione, chiamando il numero 199 284 284 o mandando una mail a volontari@telefonoamico.it.
Nel sito www.telefonoamico.it si trovano i riferimenti dei Centri locali nelle varie Regioni di appartenenza.

Così un volontario: “Telefono Amico in un anno mi ha fatto arrabbiare, ridere, piangere e amare … a volte mi chiedo “Che cavolo ci faccio io qui?” Ma poi squilla il telefono e so cosa faccio. E so chi sono (o almeno ho la possibilità di scoprirlo)”.



Per info:

www.telefonoamico.it

IN DISABILI.COM:

“POSSIAMO IMMAGINARE TANTE VITE, MA NON RINUNCIARE ALLA NOSTRA”: LE PERSONE DISABILI SI RACCONTANO

UN SORRISO IN OSPEDALE: I CLOWN DI CORSIA DEL NUOVO REPARTO DI ONCOLOGIA PEDIATRICA ALL’UMBERTO I



Alessia Padoan