Menu

Tipografia
salvatore crisafulliIn coma da sei anni, secondo l'Inps di Catania potrebbe essere un falso invalido

Riceviamo e volentieri pubblichiamo la lettera della famiglia di Salvatore Crisafulli che da 6 anni è costretto a letto a seguito di un grave incidente e che, nonostante questo, ha ricevuto una convocazione da parte dell'Inps per una rivalutazione del suo stato di invalidità .

"Nei giorni scorsi, per mezzo di una raccomandata (datata 3 aprile 2009), ci è stata inviata una clamorosa comunicazione da parte della Commissione medica superiore dell'Inps di Catania.
Precisamente la richiesta per Salvatore, di presentarsi il prossimo 15 maggio, per una visita di controllo per valutare la possibilità di prolungare la pensione di invalidità e per verificare la permanenza dello stato di invalido.

Si legge: La informo che l'istituto superiore deve realizzare un piano di verifica straordinarie nei confronti di titolari di prestazioni di invalidità civile, per accertare la permanenza dello stato invalidante.(..)
Le raccomando di presentarsi puntualmente all'appuntamento, in quanto se risulterà assente, (...) si dovrà procedere alla sospensione della prestazione.

Siamo rimasti sorpresi, ma anche molto amareggiati dalla comunicazione dell'Inps, che non ha nessun senso e nessuna connessione con la realtà dei fatti!
Salvatore Crisafulli, per l'Inps di Catania potrebbe essere quindi un falso invalido?

Nella comunicazione ufficiale, si fa anche riferimento alla possibilità di perdere tutti i diritti nel caso in cui in 90 giorni Salvatore non si presentasse all'appuntamento fissato.
Ma come fa Salvatore ad andare alla visita? E' inchiodato a un letto. Immobile. Non cammina, non parla senza l'ausilio del software. E quindi poterebbe essere un falso invalido e non avere i requisiti per riscuotere il contributo statale?

Questo fatto ha dell'incredibile e ci lascia amareggiati anche perché dimostra il malfunzionamento della macchina della sanità e della previdenza, infatti qualche mese addietro un altra Inps questa volta quella di Lecce, inviò una lettera a Emanuela Lia (da 16 anni vive "stato vegetativo"), chiedendo addirittura i redditi annuali.
Questa volta con Salvatore è andata molto peggio.

Il nostro caro Salvatore oggi è considerato in uno stato di "locked in" (imprigionato nel proprio corpo) e può andare a fare una visita?
Nel 2003 ricordiamo che è stato vittima di un tragico incidente stradale, rimanendo tra la vita e la morte e successivamente in coma vegetativo. Oggi, dopo il clamoroso risveglio, combatte attivamente per quelli che, come lui, credono nel valore della vita.

Nel corso degli anni è stato chiamato prima "Il Terry Schiavo italiano", poi "l'anti Welby" e si è impegnato anche per il caso di Eluana Englaro.
E ora hanno il sospetto che sia in perfette condizioni fisiche? Come fanno a non "sapere" come vive Salvatore? La sua storia è talmente conosciuta in Italia (ed anche all'estero), che non possa essere passata inosservata dai vertici dell'inps, è vorremmo ricordare che sul caso di Salvatore Crisafulli sono intervenuti le massime istituzioni politiche, (presidente della repubblica, del consiglio, ministri della Salute etc, etc).

E se non si presenta alla visita il 15 maggio perde il diritto alla pensione?

Ci aspettiamo immediatamente le scuse pubbliche da parte dell'Inps di Catania e da parte degli addetti ai lavori della commissione medica superiore, sperando che si sia trattato soltanto di un errore tecnico, invitandoli (crediamo sia il caso) a leggersi il libro "con gli occhi sbarrati" citato da Silvio Berlusconi in merito al decreto salva-eluana."

LA FAMIGLIA DI SALVATORE CRISAFULLI

INFO:

Il sito ufficiale di Salvatore

La pagina MySpace di Salvatore

Il blog di Salvatore


IN DISABILI.COM:

"NON DIRITTO DI MORIRE MA DI VIVERE"

CRISAFULLI: "PER FAR SENTIRE LA NOSTRA VOCE "SILENZIOSA" AI POLITICI HO BISOGNO DEL SUO AIUTO"

[Redazione]