Menu

Tipografia

logo afasia 2014La persona afasica soffre di disturbi di linguaggio a seguito di lesioni cerebrali, e per questo spesso si chiude in un isolamento anche sociale

 

Avete mai pensato a quanto è importante comunicare? Si tratta della base di tutte le relazioni, e cadere all’improvviso in una impossibilità dall’”entrare in contatto” con l’altro è una cosa davvero frustrante. Non riuscire a fare una chiacchierata con un amico, o scrivere una cartolina, sembrano banalità. Ma sono attività che la persona afasica non riesce più a fare, o riesce a fare con grande difficoltà.

La persona afasica è quella che, a seguito di lesioni cerebrali, soffre di disturbi del linguaggio. Non viene alterata in alcun modo la sua facoltà mentale: semplicemente può avere difficoltà a trovare le parole, a ordinarle in un modo grammaticalmente corretto, a pronunciarle o scriverle correttamente. Il disturbo può essere curato con l’intervento medico e riabilitativo, anche se difficilmente scompare del tutto.

Non riuscire a comunicare significa isolarsi, non interagire con gli altri, ridurre i contatti con le persone, con un peggioramento considerevole della qualità della vita lavorativa, sociale e talvolta famigliare. Per questo è importante parlare di afasia e fare uscire dal cono d’ombra la situazione delle persone afasiche. Con questo obiettivo è stata lanciata una campagna di sensibilizzazione, promossa dalla Fondazione Carlo Molo, www.fondazionecarlomolo.it  in collaborazione con l’AITA Piemonte (Associazione Italiana Afasici): per tutto il mese di ottobre sugli schermi delle principali sale cinematografiche di Torino e Provincia e sui monitor informativi delle stazioni della Metropolitana la slide realizzata per la Campagna. Oggi in particolare si celebra la VII Giornata Nazionale dell’Afasia.

Ricco il programma di iniziative: si parte sabato 18 ottobre: dalle ore 10 fino alle ore 17 presso gli Ospedali Molinette, Mauriziano e San Giovanni Bosco A.IT.A. Informa sulle problematiche cliniche e non legate all’Afasia, e promuove l’acquisto a prezzo simbolico, di una piantina di erica, fiore simbolo di questa disabilità.

Sabato 18 ottobre  - ore 20.45 Cine/Teatro Argentina  Via Matteotti 30, Gorgonzola (Milano)
Il corto “Un Altro Ritmo ritira il premio della Giuria al IX edizione del Festival del Cinema Nuovo.
Presieduto da Pupi Avati, il festival è il più importante appuntamento che coniuga cinema e disabilità. Il Corto è stato prodotto anche con la resa accessibile (sottotitolazione e audiodescrizione) a cura di Sub-ti Access, Roma.

Lunedì 20 ottobre  - ore 17.30 Biblioteca Civica Centrale  di Torino
AIUTO! Sta succedendo qualcosa di strano.Il minore e la malattia di un genitore
Apertura del ciclo di incontri che vogliono fornire un sostegno utile a insegnanti e operatori nell’affrontare criticità in classe che possono emergere nelle relazioni con gli studenti quando insorgano, in ambito familiare, gravi malattie (Afasia e non solo). Quali sono le reazioni all’inevitabile cambiamento, quale la percezione del dolore e dei possibili spostamenti di attenzione nei suoi confronti e quali le ricadute che il bambino porta all’interno della classe in termini di relazioni e rendimento.

Domenica 26 ottobre  - ore 17.30 Educatorio della Provvidenza  Corso Trento, 13
Spettacolo di TeatroCanzone “C.I.E. Chi Ignora Esclude” Gruppo Vocale “Gli Abbaini”
Una voce narrante, un pianoforte e l’energia degli strumenti a percussione, aiutano a riflettere e a emozionarsi sul tema dell’Esclusione: da quella sociale della migrazione, a quella privata che colpisce soprattutto le persone con disabilità.


Per info:

Fondazione Carlo Molo

www.isabile.it

Associazione Italiana Afasici


IN DISABILI.COM:

LE PERSONE CHE SOFFRONO DI AFASIA SONO COME GUERRIERI SENZA SPADA

ISABILE.IT COMPIE DUE ANNI E VUOLE MIGLIORARSI


Redazione