Menu

Tipografia

aiboOgni settimana un educatore del Parco svolge attività per portare ai piccoli pazienti l’atmosfera dello zoo

L’ABIO, fondata nel 1978, ha lo scopo di promuovere l’umanizzazione dell’ospedale e minimizzare i traumi psico-affettivi del bambino e della famiglia legati al ricovero del piccolo paziente. ABIO agisce per attuare appieno i diritti sanciti nella €˜Carta dei diritti del bambino in ospedale‑¬, documento che a sua volta fa riferimento alla €˜Convenzione internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza‑¬, del 1989, ratificata da tutti i governi Europei. Il concetto alla base della convenzione è che le istituzioni non devono solo curare le malattie ma prendersi cura dei bambini malati e delle loro famiglie. Questo significa porre attenzione alla qualità dell’ambiente in cui vivono e rispettare le esigenze del bambino di essere accolto, ascoltato, di giocare, di sorridere, di sentirsi amato.

Grazie alla disponibilità della presidentessa di ABIO, Michela Azzini e del Direttore del reparto di Pediatria dell’Ospedale Civile Maggiore ‑¬â€˜ Azienda Ospedaliera di Verona, Dott. Paolo Biban, il Parco Natura Vita, da sempre sensibile a tematiche sociali e promotore o partner di progetti importanti, ha avviato un progetto molto speciale: €˜LO ZOO IN OSPEDALE‑¬. Ogni settimana un educatore del Parco Natura Viva svolge insieme ai volontari di ABIO delle attività per portare ai piccoli pazienti dei reparti di Pediatria e di Pronto Soccorso dell’Ospedale Civile Maggiore ‑¬â€˜ Azienda Ospedaliera di Verona, un po’ dell’atmosfera dello zoo.

Il Progetto prevede che i bambini possano ascoltare un cantastorie che racconta favole di orsi, armadilli, scarabei d’oro e lemuri. Alla fine possono poi diventare i protagonisti di giochi di gruppo che rielaborano le fiabe narrate. I piccoli artisti ricreano gli animali in forma di marionette, di disegni, di pupazzi che poi restano a far loro compagnia nelle stanze.

I bambini possono anche utilizzare vari materiali per ricostruire le storie e per scoprire il mondo naturale attraverso l’utilizzo dei sensi. I piccoli creano dei pannelli che raccontano un ricordo, una sensazione, un’emozione o semplicemente un piccolo episodio.

L’auspicio è di poter confortare i piccoli pazienti e le loro famiglie, aiutandoli a superare nel migliore dei modi l’esperienza difficile legata alla malattia ed al ricovero in ospedale.


INFO:

http://www.parconaturaviva.it
http://www.abiovr.it


IN DISABILI.COM:

SPECIALE PARCHI ACCESSIBILI 2009


Alessandra Babetto