Menu

Tipografia
E’ da qualche anno che i telegiornali dei network nazionali propongono alcune edizioni con la presenza in studio di un secondo conduttore che traduce le notizie lette a viva voce dall’”anchor man” nel linguaggio per i sordomuti. Da gennaio del 2000 la RAI proverà a cambiare formula.

Il lettore del tg verrà sottotitolato in tempo reale e gli utenti in possesso del televideo potranno sintonizzarsi alla pagina indicata e leggere quindi in tempo reale le notizie. E’ un’ulteriore passo in avanti che l’Ente di via Mazzini porta a vantaggio di chi non può seguire adeguatamente i programmi informativi: abbiamo già documentato d’altronde sulle pagine di questo sito quante richieste vi fossero per migliorare il servizio. Non è un caso che a “svegliare” la RAI siano state le massiccie insistenze da parte delle associazioni di sordomuti.

”Viva la RAI” dunque, come cantava anni fa Renato Zero. Ma, caro Ente Radiotelevisivo di Stato, ci mettiamo d’impegno per aumentare la quantità e la frequenza di altre trasmissioni –seguitissime e attesissime da chi ne fruisce- quali i film, i romanzi, gli sceneggiati , o le grandi serie televisive, irradiate per i non vedenti?

Stefano Pittarello - stefano@disabili.com