Menu

Tipografia

Grazie ai suoi apporti nutritivi, il pane rappresenta un elemento indispensabile in una sana alimentazione.
Comune o speciale, integrale o preparato con farina bianca, morbido o croccante, passando poi per le varie forme, dove in testa campeggiano le tradizionali michette, ciabatte e sfilatini: il pane, nella sua accezione, raggruppa tipologie differenti capaci di venire incontro a qualsiasi gusto.
Il suo valore salutare ha convinto Cometa A.S.M.M.E, associazione impegnata nello studio delle malattie metaboliche, a sceglierlo come "testimonial" di una campagna di informazione su queste patologie.
Tra il 13 e il 21 maggio, infatti, durante la Fiera Campionaria di Padova, verrà distribuito il pane dei "Fornari Padovani", in cambio di un'offerta da destinare alle attività di Cometa A.S.M.M.E.

L'iniziativa nasce da un accordo tra l'Associazione e alcuni panificatori della provincia, che durante i giorni della Fiera si alterneranno fornendo i loro prodotti fragranti di vari tipi e forme.
Nella stessa occasione, alcuni genitori aderenti a Cometa A.S.M.M.E insieme ai simpatizzanti si impegneranno ad avvicinare i visitatori alla tematica delle malattie metaboliche ereditarie e a far conoscere le attività dell'Associazione.
Un gruppo che conta duemila aderenti, tra malati e loro familiari, e rappresenta una buona parte degli oltre 400 pazienti ricoverati nell'Unità Operativa Malattie Metaboliche Ereditarie, istituita nel Dipartimento di Pediatria dell'Università di Padova.

Le patologie definite metaboliche sono oltre 500, molte delle quali ancora poco conosciute. Colpiscono 5 casi su 10.000 abitanti, in prevalenza nella fascia d'età corrispondente alla prima infanzia, e costituiscono la categoria più alta nell'ambito delle malattie "rare".
Molte le tipologie, ed altrettante le maniere in cui queste malattie si manifestano: tra le più frequenti, il ritardo mentale e il danneggiamento di numerosi organi quali il fegato, l'occhio, il cuore, i reni e l'apparato scheletrico.
Frequentemente, inoltre, la malattia metabolica si associa ad una grave disabilità.

Dal punto di vista terapeutico, un'appropriata cura faramacologica e dietetica aiuta a monitorare gli effetti del 30-40% delle patologie riconosciute. Inoltre, grazie a sofisticate apparecchiature ed analisi, è aumentato il numero di diagnosi precoci e cure tempestive, riuscendo così a contenere il tasso di mortalità per malattie metaboliche.

Altri traguardi nella cura di queste patologie saranno raggiunti grazie all'impegno continuo di Cometa A.S.M.M.E e di chi ne sostiene le attività tramite le varie modalità a disposizione.
E così, anche una visita alla Fiera di Padova può diventare un'occasione per dare il proprio contributo.

Cometa A.S.M.M.E 

Leggi anche questo articolo su un'iniziativa precedente di Cometa A.S.M.M.E:
UN DOLCE PASQUALE PER USCIRE DALL'ISOLAMENTO

[Roberto Bonaldi]