Menu

Tipografia

Mosaico, perché l'insieme è formato da tanti piccoli tasselli. Tutti importanti, tutti diversi, come lo sono i 47 ospiti del nuovo centro educativo occupazionale diurno (Ceod) "Mosaico" per persone con disabilità psichica, inaugurato a Padova in questi giorni prenatalizi dalla cooperativa sociale Polis Nova.

Utenti, operatori, impiegati amministrativi, tutti con lo stesso valore, e ciascuno con il proprio "colore" per concorre a costruire una società integrata, dove disabile non è sinonimo di cittadino di serie B.
A rendere evidente la filosofia con cui nasce questo nuovo centro è la parete esterna dello stabile che accoglierà le attività: tutti quadrati di colori vivaci, come il vestito di Arlecchino.
La struttura ha aperto nel 1998, ma solo nei giorni scorsi il progetto iniziale, nato dalla collaborazione fra la cooperativa sociale e il raggruppamento Opai Seef, è stato finalmente completato, con la costruzione del piano superiore dell'edificio, destinato ad ospitare gli uffici amministrativi delle cinque cooperative del Gruppo Polis. I locali che ospitano i laboratori occupazionali sono stati ampliati e ammodernati, mentre nelle salette adiacenti sono state ricavate una piccola palestra per le attività motorie e per gli atelier artistici, una sala polivalente, una piccola infermeria e una saletta  riunioni per gli operatori.

Il centro accoglie 47 persone con disabilità psichica, impegnate in attività espressive e in attività di assemblaggio meccanico. Le attività occupazionali sono affiancate da proposte educative (teatroterapia, arteterapia, musicoterapica, percorsi di comunicazione facilitata…): questo tipo di proposte, che si avvalgono del supporto di operatori con competenze professionali specifiche, sono definite sulla base del percorso individuale che l'équipe educativa di Polis Nova progetta per ciascun utente.

Con l'occasione, a vent'anni dalla fondazione di Polis Nova, il presidente della cooperativa Luigino Pittaro ha ripercorso i tratti più significativi della storia dell'iniziativa sociale: "Inizialmente abbiamo costituto un'associazione. Poi, un po' alla volta, ci siamo accorti che per realizzare il nostro sogno dovevamo darci una struttura che garantisse una reale cooperazione interna e un'assoluta trasparenza. È nata così Polis Nova, una delle prime esperienze di cooperazione sociale in Italia. Il progetto che ha portato alla realizzazione del centro occupazionale "Mosaico" nasce da lontano e non avrebbe mai potuto realizzarsi senza gli importanti contributi della Regione Veneto, del raggruppamento Opai Seef, che è proprietario della struttura e della Fondazione Cariparo. Prezioso anche il contributo del Comune di Padova, che ha finanziato la costruzione dell'ascensore".

INFO:

Ceod Mosaico - Via Due Palazzi, 16 - Padova, tel 049 8900506, fax 049 8909148, mosaico@gruppopolis.it

Altre iniziative del Gruppo Polis di cui ci siamo occupati:

L'ANNO EUROPEO E LA REGIONE VENETO

LA CHIAVE PER APRIRE LE PORTE DELL'INSERIMENTO? UNA GUIDA

VOLONTARIAMENTE, PER... CORSO GRATUITO SUL "TEMPO LIBERO E LA SALUTE MENTALE"


[Alberto Friso]