Menu

Tipografia
Chi avra’ cura dei disabili quando la famiglia verra’ a mancare? Dove abiteranno? Come faranno a vivere? Il “cosa accadra’ domani” e’ il pensiero costante di molti genitori di figli disabili. Le associazioni tentano di mitigare l’incertezza di questo “dopo” con varie iniziative, come la costruzione di case di accoglienza.


“Frutto di un sostegno sociale” è uno di questi progetti. Domenica 11 novembre, in molte piazze della provincia di Treviso, i volontari della Fondazione “Il Nostro Domani” Onlus offriranno una confezione di 3 kg di mele di origine biologica a chi versera’ un contributo associativo. I fondi raccolti serviranno a sostenere la costruzione di Casa Maria Adelaide Da Sacco, una struttura residenziale per disabili.


La casa di accoglienza nasce come alternativa a quelli che una volta erano gli istituti, spiegano gli organizzatori, dove finiva inevitabilmente “tutta quell’umanita’ sofferente che non aveva scelta”, disabili orfani in primis. Casa Maria Adelaide vuole essere il “prolungamento delle pareti domestiche”, per dare ai disabili il calore della famiglia venuta a mancare e mantenere la loro dignita’ faticosamente conquistata, giorno dopo giorno, con l’aiuto ostinato e silenzioso di tante madri e tanti padri.


La casa sta sorgendo su un antico rustico rurale a Bosco di Vidor, nel trevigiano. La prima pietra e’ stata posata l’8 settembre scorso, ma molti ancora sono i mattoni che mancano. Sara’ un edificio di circa 2000 metri quadrati, diviso in due corpi sviluppati su due e tre piani; uno degli stabili potrebbe essere pronto gia’ dai primi mesi del 2003. Le spese di ristrutturazione previste ammontano a due miliardi e 800 milioni. I finanziamenti verranno sostenuti dalle famiglie aderenti alla Fondazione “Il Nostro Domani”, dalle Istituzioni Pubbliche locali e cercati nel territorio attraverso il coinvolgimento di associazioni e istituti privati.


Il complesso residenziale potra’ ospitare sedici disabili adulti e altri quattro in pronta accoglienza: i figli delle famiglie che hanno partecipato alla fondazione e i disabili indicati dai servizi sociali delle Ulss trevigiane.


Per info: Fondazione “Il Nostro Domani” Onlus, via Zenson di Piave 5/a - 31100 Treviso. Tel./fax 0422 302659. E-mail: nostrodomani@libero.it


Consorzio Pro Loco Quartier del Piave, P.zza Vittorio Emanuele II 10 – 31053 Pieve di Soligo (TV). Tel. 0438 980699 – Fax 0438 985718. E-mail: consorziopieve@venetando.it


Progetto Casa Maria Adelaide Da Sacco: Segreteria Amministrativa, Via Paludotti – 31020 Bosco di Vidor (TV). Tel. 0423 987362. E-mail: casa_adelaide@yahoo.it


Alessandra Sgarbossa

alessandra@disabili.com