Menu

Tipografia
Un computer portatile in aiuto ai cittadini vittime di reati che si trovano in condizioni di grave disagio psicofisico perché portatori di handicap e che per questi motivi sono impossibilitati a recarsi in Questura. Da febbraio a Piacenza in questi casi arriverà a casa loro un agente di polizia che, munito di un'apparecchiatura elettronica fornita dall'Amministrazione comunale alla Polizia, raccoglierà le denunce.

L'idea risale a qualche tempo fa ma per metterla in atto non c’erano i supporti tecnici, poi forniti dal Comune. A volte le categorie di cittadini più deboli non presentano denuncia alle forze dell'ordine perché fortemente limitati, o addirittura impossibilitati a lasciare la propria abitazione per recarsi in un ufficio di polizia. Per ovviare a tali difficoltà i portatori di handicap che abbiano necessità di sporgere denuncia possono telefonare in Questura al numero 0523/39.75.25, dalle ore 15.00 alle ore 17.00, e formulare le relative richieste all'ispettore responsabile dell'ufficio denunce. Quest'ultimo, dopo avere valutato il caso, provvederà non appena possibile, e comunque in orario che verrà concordato con il cittadino, ad inviare un agente ad occuparsi del problema dei richiedenti. Il poliziotto avrà con sé il computer portatile fornito dal Comune e potrà in questo modo inserire agevolmente il caso fatto presente dal cittadino.

Oggetto delle denunce potranno essere rapine, furti, truffe, abusi, maltrattamenti, e non anche quelle generiche situazioni che pur meritevoli di interessamento da parte degli organi di polizia (quali liti condominiali, disturbi alla quiete pubblica), che possono essere fatte presenti sotto forma di esposto scritto che può arrivare alla Questura attraverso la posta ordinaria o per il tramite di una persona incaricata.

Stefano Pittarello - stefano@disabili.com