Menu

Tipografia

Capita di rado di avere lo spazio per tornare su argomenti già trattati. Ma questo caso è un po' particolare, perchè come già si diceva, Carmine lo abbiamo un po' "adottato".
Carmine Pistone è il ragazzo di 15 anni con grave tetraparesi spastica e non vedente "prigioniero" a casa sua, nel quartiere Ponticelli di Napoli. Di lui ci siamo occupati 20 giorni fa, in seguito al grande movimento in suo favore che si era creato nel nostro forum.
Una mobilitazione che aveva coinvolto anche i media locali e nazionali, e di cui siamo a rendere conto.

In seguito al comunicato stampa lanciato dalla redazione, e al tam tam nel forum, che ha spedito lettere e mail a istituzioni e media, la storia di Carmine è arrivata su giornali, radio e tv locali di Napoli.
Si segnala in particolare il Mattino, la Repubblica, il Tg regionale di Rai3. Anche il settimanale Vita ha dato spazio alla vicenda, e il portale Superabile.

Il trambusto provocato ha convinto le autorità comunali a interessarsi del caso, almeno per cercare di capirne un po' di più. Ma quanto proposto alla signora Franca - la mamma di Carmine - in questo frangente non risolveva la questione fondamentale, cioè la possibilità per il giovane di entrare e uscire da casa sua.

Con l'interessamento della redazione si sono poi fatte avanti le trasmissioni Verissimo di Canale5 e Studio Aperto di Italia1. Nelle rispettive messe in onda del 17 febbraio si dava spazio alla vicenda. La troupe di Verissimo, con la famiglia, si recava anche dall'assessore napoletano alle politiche sociali Giulio Riccio, con l'impegno di tornare per una verifica di quanto operato un mese dopo.
"La sensazione di quell'incontro - racconta mamma Franca - non è stata delle migliori. Ma la speranza che qualcosa si muova, dopo questa grande e commovente mobilitazione, resta. Mi hanno chiamata in tanti dopo Verissimo, tutti amici che si sono commossi vedendo il servizio. Ma silenzio da chi doveva contattarmi".

Anche Cittadinanzattiva ha espresso solidarietà alla famiglia, facendosi presente e promettendo di interessarsi al caso.

Rimaniamo in attesa di potervi raccontare un lieto epilogo della vicenda.

INFO:

Il comunicato stampa pubblicato da Disabili.com

Sul forum Amici trovate i messaggi che ricostruiscono la vicenda.
In particolare segnaliamo i seguenti:

La lettera di sostegno di Cittadinanzattiva


[Alberto Friso