Menu

Tipografia

Diritti umani e strumenti di tutela, è sempre il momento adatto per parlarne. Per capire a che punto si è, quanto è ancora sulla carta, quanto è realizzato nella concretezza dei servizi e del vivere una piena cittadinanza.
L'occasione è stata la conferenza regionale del Veneto che ha raccolto su questi temi circa un migliaio di disabili, operatori, genitori, associazioni del settore, oltre ai più importanti nomi del panorama nazionale, tra cui il presidente Fish Pietro Barbieri, il direttore di Disabled Peolple's International Rita Barbuto, il giornalista Franco Bomprezzi.

In sala si respira la stessa aria delle migliori sedute di approfondimento dell'anno europeo dei disabili, 2003, stesso desiderio di continuare ad incontrarsi e a cercare assieme le priorità di intervento. Con lo sguardo sicuramente al Veneto, ma inteso come laboratorio per politiche nazionali, come sottolineato dai relatori.
Non una scelta casuale, ma dovuta a determinati risultati che si sono realizzati in Veneto e purtroppo non altrove.
"La discriminante - ha spiegato Franco Bomprezzi - è regionale: c'è chi investe per il raggiungimento di una piena cittadinanza delle persone con disabilità, chi purtroppo non sostiene concretamente questo percorso. La Regione Veneto in questo è la prima in Italia. Determinati percorsi stanno procedendo, dando seguito alla tradizione culturale di vicinanza allla persona con disagio".
E' un peccato dover segnalare le eccellenze, perchè significano maggior difficoltà in altri contesti, ma tant'è.

E allora vale la pena sottolineare gli investimenti crescenti che dal 2001 stanno caratterizzando il settore: si è passati gradualmente dai 33 milioni di euro del 2001 ai 76 milioni per il 2006. Un buon sistema per tradurre in realtà l'affermazione dei diritti.

In questa direzione anche l'intervento di Marco Mascia, del Centro interdipartimentale di ricerca e servizi sui diritti della persona e dei popoli - Università di Padova: "L'esperienza veneta può essere il trampolino di lancio per ottenere dalla Comunità Europea la direttiva sulle persone con disabilità, un atto legislativo quadro vincolante che metta insieme i singoli pronunciamenti che già esistono".

INFO:

Per informazioni vedi il sito dell'Assessorato alle Politiche Sociali della Regione Veneto

Vedi anche i seguenti articoli:
DIRITTI UMANI E INCLUSIONE SOCIALE, AL VIA IL PRIMO CORSO IN EUROPA

DOMOTICA E AUSILI NELLA NUOVA LEGGE CONTRO LE BARRIERE

CONVENZIONE PER I DIRITTI DELLE PERSONE CON DISABILITA'

[Alberto Friso]