Menu

Tipografia

Ci sono molti modi per affrontare il tema della disabilità, ma Nick Park ne ha scelto uno divertente e nel contempo commovente.
Anche Disabili.com, per avvicinare i più piccoli, i genitori e gli insegnanti al tema della disabilità, aveva ideato, alcuni anni fa, il progetto "La foresta furbastra": una fiaba con personaggi in carrozzella, ciechi e sordomuti, in qualche modo diversi, ma buoni, forti e vincenti.
E' la diffusione della fiaba-gioco interattiva realizzato in collaborazione con l'Assessorato alle Politiche Sociali della Regione Veneto, nell'ambito del Progetto Scuolabile.

Ora l'eccentrico autore inglese Nick Park e il suo team di animatori - già premiati con l'Oscar nel 2005 per l'esilarante cartoon Wallace & Gromit (un inventore pazzo inglese e il suo cane, spesso più perspicace del padrone) - ha creato questa nuova serie in cui tutti i protagonisti del cartoon sono animaletti disabili.
Insomma, sembra che qualcosa si muova sul versante delle campagne informative concepite con sensibilità ed estro creativo per sensibilizzare piccoli e adulti sul tema della disabilità.

L'idea è stata sviluppata da Park in collaborazione con l'istituto di beneficienza Leonard Cheshire Disability per realizzare una campagna informativa in grado di affrontare in modo nuovo e con sense of humour le problematiche vissute nel quotidiano dalle persone disabili.

Gli eroi della serie - i 6 animaletti disabili protagonisti del cartoon - sono dolci, simpatici, intelligenti: c'è Peg, piccolo riccio sulla sedia a rotelle; Tim, la tartaruga con le stampelle, oppure Flash, un audace bassotto con un carrellino al posto delle gambe posteriori, che oserà lanciarsi da un ponte per fare il "bungee-jumping", rifiutando di accettare che la cosa potrebbe essere parecchio complicata per lui.

Flash si mette in gioco, come tante persone che vivono una quotidianità non facile, e cerca di superare se stesso.
Le 6 star animate della campagna sono basate su persone vere e sono state doppiate da veri disabili, come la tartaruga Tim, doppiata dal 50enne Ian Wilding di Cardiff, che ha la sclerosi multipla, oppure l'insetto-stecca Slim, doppiato dal 66enne Irving Mellor, che ha gravi problemi di schiena e, come il suo personaggio, cammina con il bastone.

I personaggi di Nick Park non sono realizzati al computer, bensì interamente creati con la plastilina, utilizzando la tecnica "stop-motion".
Il procedimento è quindi lungo e laborioso, ma Nick Park si è detto molto soddisfatto del risultato: "Questa campagna  - ha dichiarato l'autore - ci ha aiutato a vedere le cose in modo diverso. E l'idea di aver utilizzato persone disabili autentiche per ideare e doppiare i personaggi ha dato un'incredibile veridicità al tutto".

INFO:

Collegati al sito della campagna informativa, potrai iscriverti per vedere i filmati e ricevere informazioni.

Vai al Progetto Scuolabile e la Foresta Furbastra per vedere la storia e l'organizzazione del progetto


[Damiana Schirru]