Menu

Tipografia

Così lontano, così vicino.
Si può descrivere in questo modo la condizione di chi vive con una malattia mentale.
Il suo disagio, infatti, è visto da chi gli sta intorno come un fattore distante dalla normalità.
Un'idea rafforzata tra l'altro dai pregiudizi sulle malattie psichiche, che danno una visuale del problema ben diversa, e quindi a sua volta lontana, dalla situazione effettiva.
Nella realtà, invece, una persona affetta da una malattia mentale appartiene allo stesso contesto sociale degli altri cittadini, è vicina a loro, anche se spesso si tende a non riconoscerlo.
Per abbattere le barriere mentali che ancora isolano chi ha un disagio psichico, domenica 28 maggio si terrà a Padova "Diversamente", la giornata della salute mentale. Operatori dei servizi pubblici e del privato sociale, familiari delle varie associazioni e volontari saranno in Piazza delle Erbe per diffondere tra i cittadini una cultura dell'accettazione di chi è affetto da disturbi psichici e far conoscere le loro attività nel campo della salute mentale.

Patrocinata dal Comune di Padova, dalla Provincia e dalla Regione, "Diversamente" giunge alla sua seconda edizione, e si svolge in concomitanza con altre iniziative simili presentate in altre città italiane.
Lo scopo della giornata è abbattere il pregiudizio che i cittadini provano ancora nei confronti delle persone con malattie psichiche.
La mancanza di conoscenze sul problema, infatti, è la causa principale dell'opinione diffusa secondo cui chi soffre di disagi mentali sia incomprensibile, pericoloso, inaffidabile e inguaribile. Idee che portano a rafforzare il concetto di "diversità" attribuito ai malati.
Invece le Ulss, le cooperative, le associazioni e tutti i soggetti coinvolti nell'ambito della salute mentale presenteranno al pubblico il vero aspetto della situazione: la malattia psichica, cioè, è comprensibile, non strana, né pericolosa, e soprattutto è guaribile.
Fattori, questi, dei quali devono avere consapevolezza i cittadini, affinché si diffonda la cultura dell'integrazione sociale di chi ha un disagio.

"Diversamente" si colloca nell'ambito dei progetti sostenuti nel Veneto a vantaggio della salute mentale.
Ne fanno parte anche le varie iniziative intraprese per l'inserimento lavorativo, l'istituzione di 21 dipartimenti instituiti nelle singole aziende Ulss per la cura dei disagi psichici, e l'impegno nella lotta ai disturbi del comportamento alimentare.

La giornata del 28 maggio ha in programma momenti di intrattenimento realizzati da pazienti, operatori e cittadini che si sono resi disponibili ad animare l'iniziativa.
Ma la salute mentale sarà protagonista anche di altri incontri di spettacolo e intrattenimento in programma nei giorni precedenti.
Tra le varie iniziative, le vetrine dell'Associazione "Botteghe del Centro" esporranno le poesie realizzate da malati psichici, mentre altre opere saranno presentate nel corso di "Diversamente".
Un modo per testimoniare che chi è affetto da una malattia mentale non viene per questo privato dello spirito creativo.

Come dice lo slogan dell'iniziativa, dunque, "Tutti insieme in piazza contro il pregiudizio".
Ma anche per mostrare che la promozione della salute mentale passa attraverso l'impegno di tutta la filiera dei servizi territoriali, senza dimenticare quello dei singoli cittadini.

Comune di Padova

Provincia di Padova

Regione Veneto

ADOLESCENTI: CRESCE ANCORA IL DISAGIO PSICHICO

'TAMBOURS': LA SALUTE MENTALE DIVENTA FAVOLA CINEMATOGRAFICA

NIENTE FONDI PER LA SALUTE MENTALE

[Roberto Bonaldi]