Menu

Tipografia

Estate tra i libri per quattro ospiti della Fondazione Sospiro, in provincia di Cremona, che accoglie persone con disabilità psichica e fisica in apposite strutture residenziali. Apposite non significa chiuse all'esterno, anzi. Ecco allora un progetto costruito assieme al comune in cui insiste la Fondazione, ovvero il Comune di Sospiro, per coinvolgere alcuni di loro nella gestione della quotidianità della biblioteca pubblica, condividendo momenti “estremamente normalizzanti” in perfetta integrazione con la Comunità esterna.
E' il progetto Biblios, che promuove questa esperienza concreta di attività esterna, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Sospiro, dal giugno di quest'anno. Quattro ospiti della Fondazione, accompagnanti da alcuni operatori, si recano presso la Biblioteca Comunale di Sospiro per apprendere le attività di gestione, prestito, restituzione e consultazione testi oltre agli altri servizi offerti dalla Biblioteca. Non solo affiancamento, perchè l'impegno delle persone disabili coinvolte consente al servizio bibliotecario di fornire un giorno supplementare di apertura: il giovedì mattina, infatti, gli ospiti della Fondazione gestiscono autonomamente il servizio. Importante il ritorno in termini di gratificazione, autostima e responsabilità personale, in un ambiente fortemente a contatto con la realtà esterna e all’interno di un contesto fortemente “normalizzante”.

In parallelo, e in collaborazione con l’Istituto Comprensivo “G.B.Puerari” e l’Assessore alla Cultura, è stata anche attivata un’esperienza di affiancamento nell’esecuzione dei compiti estivi per i bambini dell'età elementari-medie. Anche in questo caso c'è il coinvolgimento degli operatori e degli ospiti della Fondazione, nonché dei volontari del servizio civile.

  • Il Dipartimento Disabili di Fondazione Sospiro
    E' composto da diverse strutture che si sviluppano da un nucleo di edifici storici, integrati con recenti costruzioni funzionali immerse in ampie aree verdi.
    Il Dipartimento Disabili offre servizi residenziali a 408 persone, attraverso 11 nuclei abitativi composti prevalentemente da strutture RSD, oltre che da strutture IDR (Istituti di riabilitazione) e CSS (Comunità sociosanitaria). La RSD è una residenza sanitaria per persone disabili, come indicato dalla normativa della regione Lombardia e dal Sistema Sanitario Nazionale, con età inferiore ai 65 anni, non assistibili a domicilio, con disabilità fisica, psichica, sensoriale, dipendenti da qualsiasi causa misurata dalle schede individuali disabili SIDi. Nelle RSD, in coerenza alle caratteristiche dei bisogni individuali, vengono pertanto garantite ai disabili prestazioni integrate di tipo psicoeducativo, sanitario, riabilitativo, di mantenimento, e di supporto socio-assistenziale.

INFO:

Fondazione Sospiro
P.zza della Libertà, 2 - 26048 Sospiro (Cremona)
Tel 0372 6201
Fax 0372 623269

Alcuni degli ultimi titoli in cui ci siamo occupati di disagio mentale:
OPERATORI CEOD, ‘QUELLO CHE CONTA E’ LA MOTIVAZIONE’

UNA GIORNATA PER PENSARE "DIVERSAMENTE"

'LIBERI DI PARTECIPARE', TRA MUSICA E DANZA


[Alberto Friso]