Menu

Tipografia

Il Premio "Vision 2020 - Diritto alla Vista", giunto alla terza edizione, si ispira alla campagna internazionale "Vision 2020 - The right to sight" e intende premiare l'azione di istituzioni pubbliche, fondazioni, associazioni, aziende, testate giornalistiche, agenzie di comunicazione che si siano particolarmente distinti - nel corso del 2007 e del 2008 - in attività di prevenzione e cura, di sviluppo d'infrastrutture e formazione o di informazione giornalistica e di comunicazione sui temi della cecità evitabile e delle patologie visive nel Sud del mondo e in Italia.

Il Premio - rinnovato in occasione dei 100 anni di Cbm - promuove la visione di un mondo dove nessuno debba perdere la vista solo perché povero e dove tutti possano godere del diritto di vedere, di essere curati e reintegrati positivamente nella loro comunità.

"Vision 2020 - Diritto alla Vista" 2008 è diviso in tre categorie:

  • Organizzazioni non profit e istituzioni
    Organizzazioni non profit, fondazioni, Onlus, enti privati, istituzioni che abbiano promosso e realizzato, da soli o in partnership, progetti nel campo della prevenzione e cura della cecità evitabile e delle patologie visive nel Sud del mondo e in Italia, compresi progetti dedicati a persone con diverse forme di disabilità tra cui quella visiva.

  • Aziende socialmente responsabili
    Aziende, consorzi di aziende o fondazioni d'impresa che abbiano sostenuto concretamente, con iniziative di sponsorizzazione e responsabilità sociale d'impresa quali cause related marketing, coinvolgimento degli stakeholder, della comunità o dei dipendenti etc., progetti nel campo della prevenzione e cura della cecità evitabile, delle patologie visive nel Sud del mondo e in Italia, compresi progetti dedicati a persone con diverse forme di disabilità, tra cui quella visiva oppure compiuto attività di sensibilizzazione dell'opinione pubblica e dei governi, in Italia o in altri Paesi.

  • Testate giornalistiche e agenzie di comunicazione
    Testate giornalistiche  - radio, televisioni, carta stampata, siti web - e agenzie di comunicazione, che abbiano, in modo corretto ed efficace, realizzato materiali di informazione e comunicazione (articoli, servizi, inchieste, trasmissioni radio e tv, filmati, dossier, campagne di affissione, spot etc.) sui temi della prevenzione e cura della cecità evitabile, delle disabilità visive - anche legate ad altre forme di disabilità - oppure attività di sensibilizzazione dell'opinione pubblica e dei governi, nel mondo come in Italia.

La partecipazione al Premio è gratuita.
Per candidarsi c'è tempo fino al 30 giugno 2008.
Bando completo e contatti sono sul sito dell'organizzazione

La premiazione si terrà il prossimo 9 ottobre 2008 al Teatro Dal Verme di Milano, in occasione della serata che cbm Italia organizza per celebrare la Giornata Mondiale della Vista.

INFO:

Cbm Italia Onlus
Tel. 02-72093670
e-mail: premiovision2020@cbmitalia.org

Di Cbm Italia ci siamo già occupati anche con questi articoli:
LA CAMPAGNA MONDIALE IN DIFESA DELLA VISTA: 45 MILIONI DI NON VEDENTI NEL MONDO, IL 90% VIVE NEI PAESI IN VIA DI SVILUPPO

PELE' GIOCA I MONDIALI, MA QUELLI DELLA SOLIDARIETA'

UNA LUCE PER SCONFIGGERE LA CECITA'


[Marco Vivan