Menu

Tipografia

In occasione della Giornata Mondiale della Salute Mentale, a Imola (Bo), si apre la due mesi di iniziative "Oltre la siepe. La salute mentale è un diritto di tutti, anche il tuo".
Sono le squadre Anpis Emilia Romagna a dare il lancio a questa importante tournée con una giornata di sport che coinvolge, oltre alle squadre Anpis di tutta le regione (Associazione Nazionale delle Polisportive per l'Integrazione Sociale), anche alcune squadre degli studenti  e dei professori degli istituti superiori dei Imola e del corso di laurea in educazione professionale e alcuni gruppi di migranti.

Calcetto e pallavolo alla palestra Cavina (via Boccaccio, Imola-Bo) a partire dalle 9.30, e per tutta la mattinata, per coinvolgere i ragazzi degli istituti della città e per favorire l'approccio alla salute mentale attraverso lo sport e il gioco.
 
Istituti Superiori che hanno aderito all'iniziativa:
ITIS e IPSIA "Alberghetti", Istituto Socio-Psico-Pedagogico "Alessandro da Imola", Istituto Professionale (commercio-turismo-tecnico dei servizi sociali) "Paolini - Cassiano", Istituto Agrario "Scarabelli".

Squadre Anpis della regione che partecipano ai tornei:
"C'entro Anch'io" di Imola, "Diavoli Rossi" di Bologna, "La Meta" di Ravenna, "Special Boys" di San Giorgio di Piano (Bo), "Integriamoci" di Ferrara, "Mai dire ASL" di S. Giovanni in Persicelo (Bo), "Fugees" di Rimini, "Lupi di Romagna" di Cesena, "Happy Sport" di Cesena e "Va Pensiero" di Parma.

Una data importante questa del 10 ottobre (Giornata Mondiale della Salute Mentale) in apertura del ciclo "Oltre la siepe" che chiuderà il 10 dicembre; scelta non casuale che coincide con l'anniversario della promulgazione della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. A sottolineare con maggior forza lo stretto e significativo legame tra salute mentale e il tema dei diritti.

Ricorre quest'anno il decennale della chiusura definitiva degli ospedali Psichiatrici imolesi, (l'Osservanza e il Lolli) che ospitavano persone provenienti dalla città di Bologna e dall'intera Romagna. Da qui un sottolineare in modo particolare l'avviarsi in questi ultimi anni di un attento lavoro di decostruzione, da un lato, finalizzato alla costruzione di pratiche orientate alla salute mentale. Il processo di cambiamento, avviatosi a partire dalla 180,  ha fatto sì che si rivoluzionasse il modo di intendere la salute mentale e il modo di pensare alla tutela del disagio psico-sociale.
Sono infatti sorte residenze socio-riabilitative, sono nati i dipartimenti di salute mentale, si sono costituite numerose cooperative sociali e associazioni culturali e di volontariato, costituite da utenti e famiglie: si è promossa la diffusione della responsabilità e della competenza nell'aiuto alle persone con disagio.

In questa ottica infatti l'intero programma "Oltre la siepe" e la giornata di apertura che vede Anpis protagonista è una preziosa opportunità per le sue valenze politico-cultural-socio-sanitarie: la promozione alla salute, la prevenzione al disagio orientato allo sviluppo del senso di comunità e della partecipazione sociale, di superamento dei pregiudizi per il sostegno all'inclusione sociale. Su questo terreno si muove l'azione di Anpis, che sceglie lo sport come terreno privilegiato per l'incontro tra le persone, dove la conoscenza favorisce un approccio positivo e accogliente nei confronti di tutti coloro che si trovano a vivere un momento difficile sul piano esistenziale.

INFO:
Per info sull'evento del 10 ottobre:
Ennio Sergio
centro.diurno@ausl.imola.bo.it

Il sito ufficiale dell'Anpis (Associazione Nazionale Polisportive per l'Integrazione Sociale)
Viale della Vittoria 4,
60123 Ancona
direttivo@anpis.it

Leggi anche questo articolo dedicato a un'altra iniziativa Anpis:
QUANDO BEACH VOLLEY FA RIMA CON SALUTE MENTALE 

Alcune precedenti edizioni di giornate dedicate alla salute mentale:
UNA GIORNATA PER PENSARE "DIVERSAMENTE"

IL 5 DICEMBRE È LA GIORNATA NAZIONALE PER LA SALUTE MENTALE


[Redazione]