Menu

Tipografia

L'argomento non è dei più allegri, ma bisogna trattare anche quelli, non fosse altro che per prevenirne le conseguenze. Troppo spesso tragiche.
Si parla degli incidenti in cui vengono coinvolti i bambini: incidenti che hanno come teatro l'ambiente domestico, ma anche la strada. Le statistiche segnalano ogni anno in Italia circa 400 bambini coinvolti in incidenti domestici e oltre 200 in incidenti stradali. Quando succede è spesso troppo tardi per intervenire sulle cause, cui l'adulto spesso non è portato a pensare, perchè quell'insidia che per un "grande" non è niente, per il piccolo è proprio occasione di pericolo. E gli occhi non bastano mai...

Ecco allora la campagna informativa "Bimbi sicuri 24 ore su 24", promossa dalla Società Italiana di Pediatria, dalla Società Italiana di Medicina di Emergenza e Urgenza Pediatrica e dall'Osservatorio Chicco, da sempre attenti alle esigenze dell'infanzia.

Nei diversi momenti che scandiscono la giornata dei bimbi - il gioco, la pappa, la scoperta della casa, il bagnetto, i viaggi, la nanna - ci sono infatti tanti piccoli e grandi pericoli che i "grandi" sottovalutano. L'elettricità, gli oggetti pericolosi, gli spigoli, i veleni, gli stessi giocattoli non sempre fatti con materiali e di dimensioni adatte all'età dei bimbi, sono tutte potenziali minacce che è necessario conoscere per prevenire gli incidenti infantili.

"È necessario che gli adulti siano preparati, che sappiano reagire prontamente qualora si verifichino degli incidenti" afferma il Prof. Giuseppe Saggese, Presidente della Società Italiana di Pediatria. "Questi infortuni, in casi particolarmente gravi, possono portare addirittura a un'alterazione o a una perdita dello stato di coscienza. In questi casi è fondamentale saper valutare lo stato di coscienza del bambino, per individuare le situazioni a rischio di vita o di esiti invalidanti", conclude Saggese.

La Guida alla sicurezza lungo tutta la giornata, messa a punto grazie al prezioso contributo degli esperti SIP, SIMEUP e dell'Osservatorio Chicco, dà i suggerimenti utili a prevenire gli incidenti domestici, automobilistici o del gioco. Alla fine si tratta di semplici accortezze, ma necessarie per proteggere i bimbi dai pericoli che li circondano.

La Guida verrà distribuita negli ambulatori dei pediatri di famiglia, nelle aziende ospedaliere, nei consultori, negli asili nido, oltre che nei Negozi Chicco.

"L'iniziativa che stiamo promuovendo insieme a SIP e SIMEUP vuole fornire ai genitori i consigli utili per guardare la realtà con gli occhi di un bambino, per scoprire così i pericoli che si nascondono soprattutto in ambienti familiari, e aiutare a prevenirli efficacemente". dichiara Francesca Catelli, Responsabile Comunicazione del Gruppo Artsana. "Questo progetto in particolare è in linea con l'attenzione al mondo dell'infanzia che da anni è il cardine dell'impegno di Chicco - Artsana, e che si concretizza  nella ricerca di contenuti e di strumenti adatti  per sostenere bambini e genitori nel percorso di crescita".

INFO:

Società Italiana di Pediatria