Menu

Tipografia

Casa Madre Teresa, il nuovo Centro polifunzionale di accoglienza e assistenza per i malati di Alzheimer e le loro famiglie, è giunta a compimento.
Il grande segno di carità, voluto dalla diocesi di Padova come simbolo del Giubileo del 2000, viene inaugurato ufficialmente venerdì 7 marzo, alle ore 11.00, ed una visita guidata "sul campo" che illustrerà ai presenti l'imponente struttura e gli obiettivi medici che la animeranno.

In questo inizio di Quaresima, la Chiesa padovana vuole, infatti, ribadire la propria vicinanza a quanti soffrono e vivono nella malattia, dando ragione della propria opera di carità.
"Vorremmo che fossero Ceneri diverse quest'anno, - afferma don Augusto Busin, delegato diocesano per il progetto "Casa Madre Teresa" - per una Quaresima che non odori solo di fedeltà ad alcune pratiche, ma che inviti seriamente a domandarci quali sono le conversioni da operare e verso chi, quali distanze da accorciare, quali emarginazioni da reintegrare...
Si tratta di affinare il proprio modo di sentire, di guardare, di accorgersi, di rendersi conto sapendo che la solidarietà è sì un andare verso gli altri ma nasce da una riconciliazione interiore, capace di generare "compassione
".
Casa Madre Teresa è un segno importante e impegnativo per affermare che davanti alle sventure non siamo soli: tante mani ci vengono incontro per prendersi cura di noi."

Guideranno nella visita don Augusto Busin, delegato diocesano per il progetto "Casa Madre Teresa"; il dottor Carlo Gabelli, responsabile del Centro Regionale per lo Studio dell'Invecchiamento cerebrale; l'ingegnere Francesco Miotto, responsabile dei lavori; e monsignor Giancarlo Minozzi, direttore dell'Ufficio stampa diocesano.

Casa Madre Teresa ha sede a Sarmeola di Rubano (PD), in viale Mazzini, con una superficie territoriale di circa 36.500 metri quadrati, donati dall'Opera della Provvidenza S. Antonio. L'edificio occupa 9.400 metri quadrati.
L'edificio si struttura in tre piani e in zone di spazio verde, i cd. Giardini di Alzheimer.
A piano terra si trovano i quattro nuclei Alzheimer, gli spazi di accoglienza, alcuni servizi e gli elementi di collegamento verticali, la cappella, l'auditorium.
Dei 4 nuclei Alzheimer, due sono residenziali e due diurni.
Si sviluppano interamente al piano terra: ciascuno dei quattro nuclei potrà contenere circa una ventina di pazienti.
Complessivamente, il centro potrà ricevere fino ad 80 presenze diurne e/o residenziali di pazienti.
Al primo piano si trovano, invece, gli ambulatori, la Direzione e l'Amministrazione, i locali per le associazioni di volontariato, le stanze di emergenza, e gli spogliatoi del personale.

Al secondo piano, infine, ci sono la foresteria, i locali ad uso tecnico e il magazzino, le residenze delle suore e i servizi del centro.
I Giardini d'Alzheimer rappresentano un elemento qualificante dell'itinerario terapeutico della malattia.
Ne sono previsti quattro per un totale di superficie lorda di mq. 2.386: due giardini d'inverno, ciascuno di mq. 137, e due cortili di circa 887 mq.

Il centro offrirà diversi e qualificati servizi, nel dettaglio:
- accoglienza diurna dei malati con spazi di terapia occupazionale, riabilitativa e di mantenimento;
- accoglienza residenziale dei malati per degenze a tempo determinato (ricovero di sollievo) e/o a lungo periodo;
- accoglienza concomitante di malati e loro eventuali accompagnatori/assistenti;
- accoglienza residenziale dei casi più gravi e/o bisognosi;
- assistenza e formazione comportamentale delle famiglie con malati di Alzheimer.

Il centro si impegna culturalmente a proporre e a stimolare collegamenti e collaborazioni con i centri medici di ricerca e di terapia della malattia Alzheimer (Università), con le istituzioni pubbliche (Ulss, Comuni, Regioni), preposte all'assistenza nel territorio, con le associazioni di auto - aiuto e con il volontariato di settore.

Tutto questo contribuirà, quindi, a promuovere una cultura di attenzione, di formazione e di solidarietà nei confronti delle tematiche legate alla malattia e alle dimensioni umane che essa coinvolge.

Per info

UFFICIO STAMPA DIOCESI DI PADOVA
Via Vescovado 29
35141 Padova
Tel. 049-8771755
Fax 049-8771756
E-mail ufficiostampa@diweb.it