Menu

Tipografia

Dieci anni di attività!
A festeggiarli, non semplicemente autocelebrandosi, ma in modo pragmatico e propositivo con l'organizzazione di un seminario di respiro europeo, è la FISH, Federazione Italiana per il Superamento dell'Handicap.

Questo nome, che ha fatto il suo esordio nel 1994, non ha rappresentato semplicemente una nuova sigla del panorama associazionistico, ma una vera e propria Federazione, cui aderiscono ventinove Associazioni Nazionali e altre riunite in nove Raggruppamenti regionali.
Riunirsi intanto per creare un lavoro di coordinamento tra le attività associative: e questo, se vogliamo, è il grande fronte interno al mondo dei disabili che svolge la Federazione.

Ma vi invito a fare un piccolo esperimento: provate a digitare sul motore di ricerca di Disabili.com (in alto a destra) la parola "Fish".
Il risultato che otterrete vi chiarirà intanto lo spazio anche mediatico che in questi dieci anni di attività ha saputo ritagliarsi la Federazione, ed anche il suo campo di intervento più specifico.
Infatti, come dice il nome, l'intenzione è quella di promuovere politiche di superamento dell'handicap, proponendosi in particolare presso le Istituzioni (Governo, Parlamento, altre istanze nazionali) come voce unitaria dei disabili.
A volte riuscendoci, altre meno, ma comunque senza perdersi d'animo, e valorizzando un nuovo approccio nel modo di confrontarsi sia con gli altri sia tra persone disabili e addetti al settore.

"Ciò che conta - si legge nel comunicato diffuso per il decennale - non è più il numero dei soci, ma le idee e la loro sostenibilità, oltre alla vicinanza e alla conoscenza dei bisogni reali delle persone".

Ed ecco allora il seminario "Piano d'azione europeo e piano di azione nazionale - Per una corretta valutazione della condizione delle persone con disabilità e per la promozione di politiche di inclusione", che si terrà a Paestum (SA) presso l'Hotel Ariston il 22 e il 23 gennaio 2004.

Si parte dall'Europa: per la Commissione Europea la questione cruciale per mantenere il successo dell'Anno europeo delle persone con disabilità 2003 è costituita dalla produzione di risultati sostenibili che vadano al di là dell'anno celebrativo.
Per questo motivo ha inteso prendere le mosse dall'impulso che questo ha dato e dai risultati raggiunti, proponendo un Piano europeo di azione sulla Disabilità.

Ma anche l'Italia è "reduce" da due piani di azione redatti in occasione delle due Conferenze Nazionali sulla Disabilità (1999, 2003).
Due piani tutt'altro che applicati nella loro organicità.

In due intense giornate di tavole rotonde e gruppi di lavoro, si tenterà di raccogliere le idee, le riflessioni sulla pianificazione, sui bisogni reali, sulle difficoltà e sulle risorse utili alla programmazione sia nazionale che europea.
Vi parteciperanno non solo i rappresentanti delle Associazioni, ma anche i maggiori esperti del settore, politici e tecnici della Pubblica Amministrazione.

L'obiettivo, estremamente pratico nello stile della FISH, è di predisporre proposte condivise e sostenibili che possano incidere sulle politiche di inclusione delle persone con disabilità.


INFO

F.I.S.H.- Onlus
Federazione Italiana per il Superamento dell'Handicap
c/o Faip - Via Giuseppe CERBARA, 20 - 00147 Roma
telefono 06/51605175 fax 06/5130517
E-mail: fish-presidenza@libero.it

Alcune delle battaglie politiche in cui la FISH ha fatto sentire la propria voce:

PERCHE' RISPARMIARE SEMPRE SULLE PENSIONI DI INVALIDITA'?

L'INTEGRAZIONE SCOLASTICA? NON VA IN VACANZA

GIORNATA CONTRO LE BARRIERE? LA FISH NON CI STA 

[Alberto Friso]