Menu

Tipografia

Un importante momento di confronto e programmazione per venire incontro alle nuove povertà sociali. La ricerca di strategie di intervento, che costituiscano un nuovo modello sociale sul territorio, che aumenti la partecipazione di ogni cittadino e ne garantisca i diritti alla vivibilità e alla solidale coesistenza.
Questi e altri i temi che la Comunità Montana del Triangolo Lariano propongono per i giorni 28, 29 e 30 novembre, con l'intenzione di fornire agli Enti Pubblici, alle organizzazioni non-profit e alle associazioni di volontariato, che si occupano di disabilità e svantaggio, alcuni strumenti di riflessione e spunti di sviluppo, che siano di sprone a rivalutare la progettazione sul territorio di competenza.
Alla conferenza, dal titolo "Dalla governance locale alla governance europea. Costruzione e sviluppo di nuove reti di solidarietà locale in un'ottica europea", parteciperanno, oltre agli Enti Pubblici della Comunità Montana ed alle realtà non-profit e del volontariato territoriali, anche i partner europei gemellati o che hanno intenzione di entrare in partenariato con realtà locali del Triangolo Lariano.
Tale apertura al livello europeo è uno dei pregi maggiori della tre giorni sul lago di Como, con l'ambizione di creare una rete di conoscenze dell'esistente in campo sociale, per prendere spunto da soluzioni attuate sul campo.
In questo quadro i "Territori" sono chiamati a costruire capitale sociale, a produrre "benessere", a partire dalla qualità della relazione e dal riconoscimento dei diritti.
La Conferenza Tematica rappresenta sia il "punto di approdo" di un processo di organizzazione e confronto fra i soggetti (Enti Locali, Privato Sociale) più impegnati sul territorio nell'ambito delle tematiche sociali che un "punto di partenza" per il consolidamento di un'efficace Rete Pubblico-Privato, allargata all'Europa, in grado di promuovere solidarietà, inclusione sociale e partnership.
Nei mesi di settembre ed ottobre, esperti del settore sosterranno la riflessione sui temi trattati attraverso incontri, condotti con una metodologia attiva e cooperativa, in collaborazione con i partner europei, per accompagnare la stesura di un documento programmatico, che contenga elementi di conoscenza reciproca, riflessioni sulla situazione attuale, indicazioni di sviluppo, da utilizzare durante i lavori della conferenza.
La metodologia di sviluppo dei contenuti utilizzerà, accanto a tecniche comunicative tradizionali, come la comunicazione verbale e visiva, altri strumenti comunicativi interattivi, ludici e teatrali, il playback theatre, capaci di stimolare la partecipazione anche emotiva dei presenti.
All'evento sarà abbinato un concorso a premi per tutte le scuole del Triangolo Lariano, coinvolte sui temi della diversità e della solidarietà, viste come risorse per il nuovo millennio, dal titolo: "Lo sguardo dell'altro: incontri e scontri quotidiani".
La sezione per le scuole dell'infanzia e il primo ciclo della scuola primaria avrà come sottotitolo "Ci vorrebbe un amico" e tratterà dello sviluppo affettivo ed emotivo per la promozione dell'autonomia  e la capacità di riconoscere ed esprimere sentimenti ed emozioni.
Sarà proposto un percorso di giochi e come prodotto finale si richiederà un disegno cooperativo da parte del gruppo.
La sezione secondo ciclo della scuola primaria e scuola secondaria inferiore lavorerà sul pregiudizio, sul conflitto, la conoscenza, la condivisione. Agli alunni sarà richiesto di ideare uno slogan, un sms e/o logo che commenti l'esperienza.
Alla scuola superiore infine verrà proposto un commento collettivo ad un'intervista di Giuseppe Pontiggia, collegato al famoso romanzo "Nati due volte".
Qui di seguito il programma dettagliato della manifestazione.

Venerdì 28 novembre
Ore 17.00 - Prologo alla conferenza tematica: presentazione delle delegazioni europee, esposizione dei differenti riferimenti normativi relativi alla governance locale e nazionale dello stato sociale e
descrizione delle singole situazioni.

Sabato 29 novembre
Ore 9.00 - Saluto delle autorità locali ed europee presenti alla conferenza
Ore 9.30 - Proiezione dei risultati dei lavori preparatori realizzati tra i partner
Ore 9.50 - Relazione su "L'integrazione sociale come sfida della governance delle città ovvero l'arte del buongoverno" Prima parte Relatore Franco Floris, direttore responsabile della rivista "Animazione Sociale" dell'associazione "Gruppo Abele" di Torino.
Ore 10.45 - Coffee break
Ore 11.10 - "Lo sguardo dell'altro: incontri e scontri quotidiani". Testimonianze di diversamente abili, papà, mamme, volontari, operatori sociali, sulle loro esperienze di tutti i giorni, con l'utilizzo della tecnica del playback theatre.
Ore 12.30 - La parola a personaggi della cultura e dello spettacolo, che commenteranno questa prima parte della mattinata
Ore 13.00 - Pausa pranzo
Ore 14.00 - Proposte di tematiche da sviluppare nei seguenti gruppi di lavoro trasnazionali: la riqualificazione della rete del volontariato; centralità della persona, diritti, giustizia sociale per una carta etica territoriale; la rete socioeconomica tra pubblico e privato sociale; la cooperazione trasnazionale tra Enti e associazioni.
Ore 15.45 - Plenaria finale per condividere i risultati dei gruppi di lavoro 
Ore 17.00 - Termine del dibattito
Ore 18.30 - Premiazione dei vincitori del concorso per le scuole sui temi della solidarietà e della diversità
Ore 21.00 - Per una riflessione comune sulle tematiche affrontate dalla conferenza fin qui: spettacolo di intrattenimento musicale e culturale sul tema  "Una società diversamente abile"

INFO:
Comunità Montana del Triangolo Lariano
via Vittorio Veneto 16
22035 Canzo (CO)
Tel. 031 672000
fax 031 670248
Sito web www.triangololariano.it/assessorati/disabili.php
E-mail disabili.europa@cmtl.it