Menu

Tipografia

Il Comune di Preganziol, in provincia di Treviso, ha aderito a due accordi di programma intercomunali che hanno come scopo quello di avviare due progetti rivolti ai giovani: in particolare, creando una rete con altri enti, si mira a incentivare la partecipazione attiva alla vita del territorio e a prevenire comportamenti lesivi per la salute.
Il primo accordo prevede l'adesione al progetto biennale (2006-2007) "Partecipare informati", al quale prenderanno parte anche i comuni di Silea, San Biagio di Callalta, Monastier, Roncade, Casale sul Sile e Casier: la proposta è frutto della volontà di creare una collaborazione  per realizzare un sistema di partecipazione e informazione su diversi argomenti.
I destinatari sono i ragazzi dai 14 ai 29 anni, a cui si intendono fornire alcuni strumenti per aumentare il loro benessere psicosociale e per diventare attori non passivi nel territorio dove vivono. Per questa iniziativa è già stato stanziato un finanziamento regionale di circa 15 mila euro.

Il secondo progetto, triennale (2006-2008), intitolato "Percorsi di accompagnamento dei gruppi a rischio" (prevenzione selettiva con preadolescenti, adolescenti e giovani), vede invece la collaborazione, oltre che dei comuni che già aderiscono al primo progetto, anche di Mogliano Veneto, Zero Branco e Zenson di Piave. L'obiettivo è dare continuità agli interventi già previsti dai Piani di zona (documenti di programmazione con cui le Aziende Ulss definiscono le politiche sociosanitarie rivolte ai cittadini) attraverso azioni mirate volte ad aumentare la consapevolezza dei rischi legati all'uso di droghe e alcol.

"L'importanza di questi due progetti- ha spiegato l'assessore alle politiche sociali Rita Pillon - risiede nel fatto che sono indirizzati a promuovere presso i giovani il senso di appartenenza alla comunità; non solo, un altro aspetto importante, che accomuna le due proposte, è senz'altro il fatto che coinvolgono più comuni incentivando la collaborazione e il "fare rete": adottare metodi comuni, oggi che la mobilità giovanile è molto diffusa, è il modo migliore per raggiungere i ragazzi".

INFO:
Servizi sociali del Comune di Preganziol
tel. 0422.632285
email servizisociali@comune.preganziol.tv.it

Altri articoli in cui ci siamo occupati di droga:
UN VACCINO ANTICOCAINA CONTRO LA DIPENDENZA

COSA CAMBIA IN ITALIA IN MATERIA DI CANNABIS TERAPEUTICA 

[Marco Vivan]