facebooktwitterfriendfeed
Accedi

Accedi

scooter disabili magicsan
mare vacanze disabili
giochi bambini disabili
triride scooter  disabili
turismo accessibile

UNA GIOSTRA PER TUTTI: CONDIVIDERE IL DIVERTIMENTO PER AUMENTARE L'INCLUSIONE

giostre mappa leolandiaUniti nel progetto il parco Minitalia Leolandia, CoorDown e ANCASVI

Negli ultimi anni si è accresciuta la consapevolezza di quanto le barriere fisiche e/o sociali possano contribuire a creare o ad accrescere le disabilità e di come, al contrario, la lotta contro le attitudini negative (linguaggio, stereotipi, stigma) e la volontà di creazione di ambienti accessibili, rappresentino il primo passo per una vera cultura dell'integrazione.

L'accesso a strutture pubbliche e commerciali è uno dei diritti fondamentali delle persone diversamente abili e, nel contesto della disabilità infantile, di particolare rilievo è l'accessibilità a strutture ricreative, quali i parchi di divertimento. Coniugare il diritto a non veder discriminati gli ospiti con disabilità con gli aspetti di responsabilità e tutela dell'incolumità di tutti gli utenti, è possibile attraverso l'individuazione delle abilità necessarie per l'accesso alle attrazioni e la conoscenza delle abilità /disabilità riferibili a una particolare patologia. È dunque necessario affrontare in maniera sistematica e corretta, sia dal punto di vista scientifico che da quello tecnico, tali problematiche con lo scopo di migliorare l'accessibilità ai parchi di divertimento, per una piena e consapevole fruibilità nel rispetto dei diritti delle persone diversamente abili, delle norme di sicurezza e della legislazione vigente. Fine ultimo è evitare episodi di discriminazione e stigma nei confronti di soggetti con disabilità tanto di tipo fisico che psichico, specialmente quando portano all'esclusione da attività ludico-ricreative e socializzanti, particolarmente importanti in questa categoria di persone.

Sulla base di queste importanti considerazioni ha preso il via nelle scorse settimane "Una giostra per tutti", il progetto promosso dal parco Minitalia Leolandia (BG) per lo studio e il miglioramento dell'accessibilità alle attrazioni nei parchi di divertimento da parte delle persone diversamente abili.

Nato dalla necessità di superare l'attuale situazione dell'accessibilità alle attrazioni da parte di persone con speciali esigenze, il progetto ha come obiettivo ultimo la realizzazione di Linee Guida condivisibili sia a livello nazionale che internazionale. In assenza di norme precise, infatti, esse potranno infatti diventare una solida base per affrontare il problema in maniera sistematica e corretta nel pieno rispetto delle persone con disabilità , combinando la miglior accessibilità possibile con l'indispensabile livello di sicurezza.

Per realizzare ciò al parco di divertimento Minitalia Leolandia sono stati svolti test focalizzati in particolare su persone con sindrome di Down: qualificati esperti hanno per la prima volta realizzato una serie di prove con un gruppo di 35 ragazzi Down, e relativo gruppo di controllo, per verificare da un punto di vista scientifico la loro risposta alle diverse attrazioni. Condotti con assoluto rigore scientifico i test hanno previsto la misurazione per ciascun partecipante di importanti parametri fisici e delle emozioni riscontrate prima, durante e dopo i test sulle varie giostre.
Analoghi test con persone con disabilità fisiche sono in corso presso il parco Miragica di Molfetta (BA).

A seguito dei test eseguiti, per dare a tutti la possibilità di divertirsi in sicurezza e di scegliere l'attrazione più adatta alle proprie caratteristiche e necessità , all'ingresso del Parco è possibile ricevere la LeoMappa Accessibilità , uno strumento che contiene la classificazione delle giostre adatte alle diverse tipologie di disabilità fisica e la descrizione delle sensazioni e delle emozioni che si provano su ogni giostra, per capire quali sono adatte ai LeoOspiti con disabilità cognitiva a seconda della loro personale sensibilità .
Grazie a questa mappa ciascun ospite può scegliere in totale autonomia quali attrazioni siano più adatte al tipo di divertimento che cerca.

Tra i partner di "Una giostra per tutti" ci sono l'Istituto Superiore di Sanità , CoorDown (Coordinamento Nazionale Associazioni delle persone con sindrome di Down) e ANCASVI-Associazione Nazionale Costruttori Attrezzature Spettacoli Viaggianti. Il progetto vede inoltre attivamente coinvolta la Provincia di Reggio Emilia con un appalto di servizi per la realizzazione di questo specifico studio, nell'ambito dell'Inclusione sociale.


PER INFO:

http://www.minitalia.com

http://www.minitalia.com/it/diversamente-abili/


IN DISABILI.COM:

PARCHI DIVERTIMENTO ACCESSIBILI AI DISABILI: ARRIVA IL PROTOCOLLO



Alessandra Babetto


Forum

DISABILI O PORTATORI DI DISABILITA'?

disegno che lega le lettere dal cervello alla bocca Anche la nostra bella lingua italiana, come tutte le belle lingue, presenta i suoi difetti, le sue zona d'ombra, le sue cattive interpretazioni: mi spiego.
Se io dico che una persona è: disubbidiente, disoccupata, disattenta, voglio indicare che è rispettivamente "priva" di obbedienza, occupazioone, attenzione.Di conseguenza, se mi si definisce "disabile", si dice che io sono "privo di abilità": ma io non ci sto a che mi si definisca in questo modo.... Continua sul FORUM