Accedi

Accedi

itop ortopedia online
wc disabili
SCOOTER ELETTRICO PIEGHEVOLE
body up sollevatore
ascensori per disabili

INVALIDITA’ CIVILE E SCLEROSI MULTIPLA: UN DOCUMENTO AIUTA NELLA VALUTAZIONE

inps_invalidit_civileL’INPS diffonde la Comunicazione tecnico scientifica per l'accertamento della disabilità legata alla SM

La sclerosi multipla è una malattia caratterizzata da molti e diversi sintomi, da fasi alterne di andamento che possono vedere periodi di progressione o regressione della malattia. Ecco perché la valutazione degli stati invalidanti della malattia non è semplice né univoca. Per questo motivo è stato stilato un documento grazie al quale la valutazione della condizione della persona affetta da SM ai fini del riconoscimento non solo dell’invalidità civile, ma anche della disabilità   lavorativa (vedi legge 68/99), sarà più snella.

Il documento a disposizione dell’Inps - diffuso presso tutte sue unità operative - è la €˜Comunicazione tecnico scientifica per l’accertamento degli stati invalidanti correlati alla SM‑¬, elaborata insieme al supporto dell’Aism (Associazione Italiana Sclerosi Multipla). Con esso il medico dell’INPS che fa parte della commissione, avrà quindi una sorta di linee guida nella stima delle condizioni della persona affetta da sclerosi multipla: un supporto alla valutazione della disabilità a livello medico legale, ovvero il riconoscimento dell’invalidità , dello stato di handicap in base alla Legge 104, della disabilità a fini lavorativi ai sensi della L.68/99.

Questa Documentazione si affianca, dunque, alle Linee guida INPS per l’accertamento degli stati invalidanti.
La particolarità della SM è che nell’atto della sua valutazione, la commissione si trova di fronte a una grande complessità , dovuta ai molti sintomi che la caratterizzano. Lo strumento principale per la valutazione degli stati invalidanti nella SM è la scala clinica EDSS (Expanded Disability Status Scale) che trova utilizzo diffuso nella SM per valutare la disabilità neurologica, prevedendo un punteggio che va da 0 (esame neurologico normale) a 10 (che corrisponde al decesso). Da un EDSS > 4 in su, i disturbi della deambulazione diventano preponderanti nel definire il livello di disabilità , portando ad €˜oscurare‑¬ eventuali altri disturbi significativi. La scala EDSS tende infatti ad enfatizzare le ripercussioni sulla deambulazione e a sottovalutare i disturbi cognitivi, la fatica primaria sia mentale che fisica, il dolore neuropatico e la funzionalità degli arti superiori, ma anche ad esempio gli effetti collaterali dei farmaci.

Si tratta molte volte di sintomi di difficile quantificazione (il dolore o la stanchezza sono difficilmente misurabili) e che alternano la loro evoluzione con fasi di peggioramenti o remissioni.
Poiché quindi nelle commissioni non è presente necessariamente un neurologo, e che la valutazione è fatta in tempi molto brevi, si capisce come per questa patologia sia necessario tracciare una sorta di linee guida per una valutazione corretta.

Per approfondire:
La Comunicazione tecnico scientifica per l’accertamento degli stati invalidanti correlati alla SM (pdf)
Linee guida INPS per l’accertamento degli stati invalidanti

IN DISABILI.COM:

Speciale INVALIDITA’ CIVLE

VERIFICHE INPS SULL’INVALIDITA’: LE MODALITA’ DEL 2012


Redazione


vacanze disabili
olmedo allestimenti auto per i disabili

Entra nella Community

             

Forum

NEOPATENTATI DISABILI

maggiolone visto frontale dal bassoSono una ragazza paraplegica e sto conseguendo la patente di guida Bs. Ho intenzione di acquistare un'automobile, ma è sorto un dubbio: posso guidare automobili con potenza maggiore ai 55kw?!? Sottolineo il fatto che le auto con potenza minore ai 55kw con il cambio automatico sono pochissime! ...continua