Accedi

Accedi

scooter per disabili byco
mare vacanze disabili
KIVI TOUR
disabili carrozzine elettroniche

PREPENSIONAMENTO


Sono genitore di un figlio disabile grave di 28 anni.Vorrei sapere quali sono le reali possibilità , che venga finalmente concesso un prepensionamento ai genitori che assistono figli disabili. Sono oramai anni che se ne sente parlare (lo stesso presidente Berlusconi nella sua campagna preelettorale aveva promesso di legiferare in merito) e nulla è stato ancora fatto.Voi come associazione vi state facendo sentire?
Grazie
A.

La risposta di MammaMarina

Il Prepensionamento per genitori e famigliari che assistono disabili gravi e gravissimi è stato richiesto da numerose famiglie che vivono la quotidianità con i propri figli, faticosa quotidianità che non termina come per gli altri lavoratori alla sera, ma prosegue anche durante la notte , perché come lei ben sa i nostri figli non hanno a causa dei loro handicap orario per le loro necessità , anch’io ho creduto possibile che le richieste avanzate potessero trovare accoglimento, sono persino entrata a far parte del Coordinamento costituito dalla infaticabile Simona Bellini a questo scopo, ora dopo aver raccolto le firme, dopo aver sentito e ascoltato pareri spesso opposti , dopo aver visto l’impegno di 13 anni di fatiche ancora messo in discussione, credo proprio che non ci sia la volontà politica ne di destra ne di sinistra per arrivare a un legge che permetta ai genitori e ai famigliari che assistono mariti o mogli gravemente disabili di poter alleviare un po’ la loro fatica lavorativa. La Commissione lavoro ha recentemente stilato una proposta congiunta e tra gli vari requisiti richiesti è prevista la convivenza tra la persona con handicap o disabile almeno di 18 anni, tutto detto !!!!!!!!!!!!!!!!!!

Cordiali saluti,
Marina

carrozzina elettronica smontabile
letto rotante per disabili
acceleratore al volante ghost

Entra nella Community

             

Forum

DISABILI O PORTATORI DI DISABILITA'?

disegno che lega le lettere dal cervello alla bocca Anche la nostra bella lingua italiana, come tutte le belle lingue, presenta i suoi difetti, le sue zona d'ombra, le sue cattive interpretazioni: mi spiego.
Se io dico che una persona è: disubbidiente, disoccupata, disattenta, voglio indicare che è rispettivamente "priva" di obbedienza, occupazioone, attenzione.Di conseguenza, se mi si definisce "disabile", si dice che io sono "privo di abilità": ma io non ci sto a che mi si definisca in questo modo.... Continua sul FORUM